Lingua

Palazzo Belvedere Weekend a Vienna
Cosa fare e vedere in un Weekend a Vienna. musei e attrazioni con info

WEEKEND A VIENNA

Tutto sulla città

Speciale Austria

Prenotazioni

Con oltre 27 castelli e 150 palazzi storici, Vienna si attesta tra le città che hanno 1000 o più cose da fare, e da vedere. Il suo centro storico si chiama Inner Stade ed è la zona col maggior numero di musei e attrazioni. Un solo weekend a Vienna, non è sufficiente per visitare tutte le bellezze della Capitale. Cercheremo di indicarvene alcune, tra le più interessanti. 

Sbrigate le classiche operazioni di check-in in hotel, è il momento di cominciare il viaggio.

GIORNO 1 WEEKEND A VIENNA

Weekend a Vienna

Si parte dallo splendido centro storico, per esplorare la meravigliosa Capitale austriaca. Il Duomo di Santo Stefano è una tappa obbligata per ogni turista in visita a Vienna, con la guglia che domina la città.

Il più importante monumento Gotico dell’Austria è il simbolo di Vienna: all’esterno lo sguardo è catturato dal magnifico tetto formato da 250.000 tegole colorate che disegnano lo stemma austriaco, e dall’elegante campanile, chiamato affettuosamente Steffl (Stefanino) con la sua guglia affusolata.

Possiede quattro torri, di cui, la più alta è la torre sud con i suoi 136,44 metri. Sulla sua sommità si arriva tramite una scala di 343 gradini: da qui, meravigliosa è la vista sulla città. Da non perdere l’impressionante Tesoro del Duomo, comprendente reliquie artistiche, decorate con oro e gemme preziose; l’edificio ospita anche numerosi sepolcri di personaggi storici importanti.

Orari: aperto Lunedì – sabato 06:00 – 22:00; domenica e festivi 7:00 – 22:00.

Prezzi: l’ingresso è gratuito, ma durante le funzioni religiose non è possibile andare oltre la parte iniziale del Duomo.
Ci sono diverse possibilità di visite guidate: le tariffe variano in base alla scelta, all’età e al numero di partecipanti. Il costo della visita guidata è 5€

Per info e aggiornamenti, potete consultare il sito ufficiale

Sempre in pieno centro storico, il Palazzo Imperiale (Hofburg), rappresenta il simbolo della città. Tappa imperdibile durante il vostro Weekend a Vienna. Questo palazzo maestoso, è stata la residenza degli Asburgo, simbolo di signorilità e regalità, e per molto tempo il centro politico dell’impero austriaco. È formato da un complesso di edifici di epoche diverse, e si estende per una superficie di circa 240.000 mq. (18 ali, 19 cortili e 2600 stanze).

Da non perdere le 18 sale degli appartamenti Reali, il Museo delle Argenterie, il Museo di Sissi, famosa e indimenticabile Principessa.

Nell’interno della Hofburg (ingresso dal cortile degli Svizzeri), si trova la Schatzkammer, ovvero la Camera del Tesoro Imperiale che raccoglie il tesoro sacro e profano degli Asburgo. Il Museo custodisce oggetti di inestimabile valore.

Chi volesse arrivarci direttamente con i mezzi, può utilizzare la MU3, fermata Herrengasse; Tram: 1, 2, D, J, fermata Burgring; Bus: 2A o 3A, fermata Hofburg.

Aperto tutti i giorni, compresi i festivi, da settembre a giugno dalle ore 09:00 alle 17:30; luglio e agosto dalle 9 alle 18. Il biglietto per adulti costa 13.90€; ridotto per bambini (6 – 18 anni), 8.20€. Attraverso questo link, potrete acquistare i biglietti saltalafila per il Palazzo ed il museo del Tesoro, A PREZZO SPECIALE.

GRATIS CON VIENNA CITY PASS.

Hofsburg Vienna Palazzo Reale

Kunst Haus – Museo Hundertwasser, è la prossima tappa del Weeekend a Vienna. Superfici vivaci dalle forme irregolari, molte delle quali ricoperte di un verde lussureggiante: il modo scelto dal pittore Friedensreich Hundertwasser (1928 – 2000). È situata nel terzo distretto di Vienna.

Inziata nel 1989 e inaugurata nel 1991, ospita una esposizione permanente dedicata interamente a Hundertwasser, alla sua filosofia, al suo lavoro nella pittura, grafica ed architettura. Il modo più semplice di arrivare alla Kunsthaus di Vienna è con il tram 1, scendendo alla fermata O Radetzkyplatz.

Kunst Haus Wien – Museo Hundertwasser, è aperto tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10:00 alle 18:00. Il biglietto intero costa 12.00€; ridotto per bambini, 5.00€. GRATIS CON VIENNA CITY PASS.

Ad appena 5 minuti di cammino dalla Kunsthaus precedentemente visitata c’è il genio di questo grande personaggio austriaco, pittore, scultore, visionario, che ha dato alla luce alcune delle costruzioni più eccentriche e bizzarre di tutta Europa. Nel quartiere Landstrasse, per dare pregio ad una zona un po’ degradata, Hundertwasser ha realizzato case asimmetriche, dai colori vivaci e ricche di verde.

Più di 200 alberi e arbusti sui balconi e le terrazze della Hundertwasserhaus trasformano l’edificio in un’oasi verde nel cuore della città. È possibile visitare solo l’esterno della Hundertwasserhaus.

Kanoa adesso consiglia una sosta al plachuttas gasthaus zur opera dopo questa prima full-immersion viennese, proprio in centro; potete arrivarci in Metro (karsplatz). Questo tipico ristorante offre buoni piatti, trami quali spicca la specialità del locale: la Wiener Schnitzel; prezzi nella media.

Prima della conclusione della giornata, l’immancabile giro sulla Ruota Panoramica, uno dei simboli della città. Ospitata nel Prater, parco pubblico tra i più famosi e conosciuti al mondo, è tappa principali soprattutto in vacanza con i bambini. La Ruota, alta 117 metri, offre una vista assolutamente magnifica su tutta la città. Tra giostre e fantastiche attrazioni, lo spettacolo ed il divertimento sono davvero assicurati.

GIORNO 2 WEEKEND A VIENNA

Museum Kunsthistorisches Wien

Quello di cui c’è bisogno per iniziare la giornata è certamente una colazione “coi fiocchi”: andate al Konditorei Heiner, situato proprio in centro. Potete arrivarci con la metro alla fermata Stephanplatz; questo locale offre caffè ottimi e torte deliziose, tra le quali, ovviamente, le specialità viennesi come la Sächer.

Il Museo di storia dell’arte (Kunsthistorisches Museum) è uno dei più importanti Musei al mondo; tappa imperdibile del vostro Weekend A Vienna. che siate appassionati, o meno. Fu commissionato dall’imperatore Francesco Giuseppe per accogliere le vaste e ricche collezioni della Casa d’Asburgo

Questo imponente Museo in stile neo-Rinascimentale, custodisce dei capolavori che coprono cinque millenni, dall’Antico Egitto passando per l’Antica Grecia fino alla fine del XVIII secolo. La Pinacoteca comprende opere eccezionali di Dürer, Raffaello, Rembrandt, Rubens, Tiziano, Velázquez e Vermeer, oltre alla più grande collezione al mondo dei dipinti di Bruegel. Nella Kunstkammer Vienna vi sono in mostra le più belle opere d’arte, i reperti esotici provenienti da climi lontani e i reperti mistico-magici. Da non perdere la famosa”Saliera” di Benvenuto Cellini.

Per visitare il museo, dovrete raggiungere l’sola dei Musei del Centro Storico. Con i mezzi, linee U2 e U3, scendendo alla fermata. Volkstheater. Tram D, 1, 2, 71; bus 2A, 57A.

Il museo è aperto, da giugno ad agosto, tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00. Il Giovedì, chiusura posticipata alle 21:00. Da settembre a maggio dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00 (il giovedì dalle 10 alle 21).Chiuso tutti i lunedì. Il biglietto intero costa 15.00€; bambini e ragazzi fino a 19 anni gratis. Potrete acquistare il biglietto salatalfila, evitando le code al botteghino, direttamente da questo link, senza commissioni. 

GRATIS CON VIENNA CITY PASS. Per tutte le informazioni pratiche ed aggiornate, e le collezioni, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale.

Pur essendo abbastanza restii a consigliare la visita di un altro museo, in un arco temporale così breve, vi proponiamo un excursus al Museo dell’Albertina, che è raggiungibile dopo una passeggiata di appena 10 minuti dal Museo di Storia dell’Arte. In zona, comunque, ci sono diversi caffè e locali per riprendere le energie (soprattutto mentali) e ricaricare le batterie!

Museo Albertina (dal nome del suo fondatore, il duca Alberto di Sassonia-Teschen) custodisce una delle più complete e prestigiose collezioni al mondo d’arte grafica dal XIV sec.

La collezione conta 50.000 disegni ed acquarelli, ed oltre un milione di stampe di artisti antichi e moderni, tra cui Michelangelo, Raffaello, Leonardo, Cranach il Vecchio, Dürer, Rubens, Klimt, Picasso, Goya, Chagall, Monet, Cézanne, Mirò, Kokoschka, Rothko, Warhol, Rauschenberg, Richter, Katz, esposte al pubblico a rotazione.
Con un po’ di fortuna, riuscirete ad ammirare la celebre “Lepre” di Dürer, considerata il gioiello ed il simbolo del museo.

Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 18 (il mercoledì dalle 10 alle 21). Periodo natalizio: 24 Dicembre dalle 10 alle 14; 25, 26, 31 Dicembre, 1 Gennaio dalle 10 alle 18. Prezzi: Adulti € 12,90, over 65 € 9,90; studenti (fino a 26 anni) € 8,50; bambini e ragazzi fino a 19 anni gratis. Potete acquistare i biglietti direttamente online, da questo link.

GRATIS CON VIENNA CITY PASS. Per ulteriori informazioni, circa aggiornamenti, esposizioni ed orari, consigliamo il sito ufficiale.

Indubbiamente sarete un po’ stanchi, con tutti questi Musei, avrete fatto un pieno di Storia ed Arte… Non c’è niente di meglio di un bel posto caldo dove gustare un delezioso cappuccino, accompagnato dalla celebre torta Sacher. Kanoa consiglia il famosissimo Cafè Central ad Herrengassein pieno Centro Storico.

Siamo sicuri adesso che avrete fatto il pieno di energie, c’è un Castello da visitare adesso….!

Castello Schonbrunn Vienna

Il castello di Schönbrunn, ex residenza estiva della famiglia imperiale, è uno dei più bei complessi barocchi d’Europa, progettato in stile francese e aperto al pubblico nel 1779.

Il complesso del castello ospita, oltre agli Appartamenti reali, il Teatro del castello, il più antico teatro di Vienna (visitabile solo in occasione di concerti) e il Museo delle carrozze, in cui sono esposte molte delle vetture della Corte di Vienna, tra cui la carrozza dell’incoronazione, dal peso di 4 tonnellate.

Il Castello è meravigliosamente circondato da un parco di 120 Ettari, disseminato di statue, fontane (imponente quella di Nettuno), falsi ruderi di stile romanico (Rovina romana), ed è ricco di attrazioni (a pagamento) tra cui il labirinto, la serra delle Palme (un imponente costruzione in ferro e vetro, la più grande del suo genere in Europa) e il Tiergarten, il giardino zoologico più antico in Europa (1752).

Il meraviglioso Zoo, ed il museo dei Bambini, rappresentano ua tappa imperdibile del Weekend A Vienna con bambini.

Salendo sulla terrazza panoramica (a pagamento) del porticato neoclassico della Gloriette, costruito in cima alla collina per ricordare la vittoria contro i Prussiani nel 1757, potrete godere di una meravigliosa vista sul parco e su tutta Vienna.

Come Arrivare: Situato fuori dal centro storico, approssimativamente ci vorrà cir a un’ora.
Metro: U4 – Schönbrunn; Tram: 10, 58 – Schönbrunn; Bus: 10A – Schönbrunn.

Orari: tutti i giorni (anche i festivi) dal 1 aprile al 30 giugno dalle 8.30 alle 17.30;
Dal 1 luglio al 31 agosto dalle 08.30 alle 18.30;
Dal 1 settembre al 31 ottobre dalle 08.30 alle 17.30;
Dal 1 novembre al 31 marzo dalle 08.30 alle 17.00.

Diverse attrazioni sono chiuse durante il periodo da fine novembre ad inizio Marzo. Per questa, ed altre informazioni ed aggiornamenti, si consiglia di consultare il sito ufficiale, da qui.

Prezzi: Grand Tour per adulti, 17.50€, ridotto 11.50€. GRATIS CON VIENNA CITY PASS.

Intorno a piazza Margaretenplatz, tra gli antichi edifici in stile biedermeier, sono stati aperti diversi ristoranti che d’estate offrono anche tavolini all’aperto nei graziosi cortili interni. L’area comprende il cosiddetto “Schlossquadrat” ed alcuni palazzi che costeggiano la Schönbrunner Strasse; la sera è molto vivace e potrete scegliere tra un’infinità di posti per cenare.

Tutti i giorni, dalle 10:00 a mezzanotte, potrete salire a 252 metri di altezza, in cima alla meravigliosa Torre del Danubio. Si tratta dell’edificio piu elevato di tutta la Capitale. Da qui, vista assolutamente magnifica sul sul centro storico, il Donaupark e il Bosco Viennese. Due rapidissimi ascensori conducono in alto, dove, comodamente seduti in un ristorante girevole, si può ammirare il panorama.

Si arriva con la metro, Linea 1, scendendo alla fermata Kaisermühlen. Con la comoda VIENNA PASS, L’INGRESSO È GRATUITO. In caso, contrario, dovrete pagare ben 14.50€ per l’ingresso!

GIORNO 3 WEEKEND A VIENNA

Palazzo Belvedere Weekend a Vienna

Ultima tappa della vacanza e del vostro Weekend a Vienna. Nella speranza che abbiate il volo di ritorno nEl tardo pomeriggio, per la vostra mattinata consigliamo una visita al celebre Belvedere di Vienna, per ammirare Klimt e tanto altro.

Castello del Belvedere

Considerata una delle residenze principesche più belle d’Europa, il Castello del Belvedere fu costruito tra il 1714 e il 1722 per volere del principe Eugenio di Savoia, vittorioso condottiero dell’esercito imperiale e grande appassionato d’arte.

Quest’opera d’arte, in stile barocco, è costruita da due castelli: il Belvedere Superiore e il Belvedere Inferiore. Oggi vi si trova una raccolta di opere d’arte austriache dal Medioevo ai nostri giorni.

Belvedere Superiore
Il cuore della raccolta del Belvedere è costituito dai dipinti di Gustav Klimt, in particolare da suoi quadri dorati “Il bacio” e “Giuditta”. Oltre a pregevoli capolavori di Schiele e di Kokoschka, e ad opere dell’Impressionismo francese e a capolavori del Biedermeier viennese (Waldmüller, Amerling e Fendi), sono qui esposti dipinti di grandi maestri come Makart, Boeckl, Wotruba, Hausner e Hundertwasser.

Belvedere Inferiore
Lo sfarzo feudale dell’aristocratico committente si rispecchia nella Sala delle Grottesche, nella Galleria dei Marmi e nella Sala degli Ori.

Come Arrivare:
In Treno, Stazione di Quartier Belvedere; S-Bahn, Stazione di Quartier Belvedere; Tram D (fermata Schloss Belvedere), n.18 e O (fermata Quartier Belvedere); Bus, 69A (fermata Quartier Belvedere); Metropolitana: U1 (fermata Südtirolerplatz).

Orari: Belvedere Superiore, tutti i giorni dalle 10 alle 18

Belvedere Inferioretutti i giorni dalle 10 alle 18; il mercoledì dalle 10 alle 21. Scuderie tutti i giorni dalle 10 alle 12.

GRATIS CON VIENNA CITY PASS.

Sito Ufficiale: www.belvedere.at.

Kanoa vi augura buon viaggio e buon Weekend A Vienna.

Condividi l'articolo