EnglishItalian

ACCEDI | ISCRIVITI | SHOP

WEEKEND A VALENCIA

Magia. Fascino. Tradizioni. Modernità. Tutto questo vi attende per un fantastico weekend a Valencia. Una città davvero suggestiva che saprà regalare forti emozioni. Connubio perfetto tra passato e presente. Un Weekend a Valencia da trascorrere in coppia, con gli amici, o in famiglia.

PRIMO GIORNO WEEKEND A VALENCIA

Mercado Central, Valencia, España, 2014-06-30, DD 117

Photo Copyright, Diego Delso, delso.photo, License CC-BY-SA

L’inizio è, come sempre, carico di buoni propositi. Scoprire il meraviglioso centro storico, rappresenta l’inizio ideale di un buon weekend a Valencia. Una vacanza da trascorrere in modo rilassato, tra gli splendidi scorci e vicoli suggestivi.

Base di partenza è Plaça de l’Ajuntament, splendida e vasta piazza, cuore pulsante della città, e snodo fondamentale dei trasporti. Potrete accedere, facilmente, con bus e metro.

La piazza è davvero enorme, spaziosa, e circondata da splendidi edifici. Al centro una splendida fontana. La zona è incredibilmente vivace, sia di giorno, che di notte, con tantissimi ristoranti, caffè e locali per tutti i gusti, e tasche. Proseguendo su Carrer de Sant Vincent Màrtir, e, poi, su Avinguda de Maria Cristina, si raggiunge il Mercato Centrale. Tappa obbligata del Weekend a Valencia. Tenete presente che il Mercato chiude alle 15. Se doveste trovarlo chiuso, rimandate la visita al giorno seguente.

In un tripudio di odori, colori, e sapori, verrete letteralmente rapiti dal mercato più grande della Comunità Valenciana. Con quasi 1000 banchi di prodotti freschi, in un’architettura moderna, il Mercado Central offre un’infinita varietà di cibi e bevande.
Troverete la migliore frutta e verdura, proveniente dalla Huerta valenciana, ossia, una zona di terre agricole a sud di Valencia. E, naturalmente, carni e salumi genuini, tra i quali primeggiano i prosciutti di Salamanca, e pesce freschissimo, con i banchi che offrono vere e proprie ‘cascate’ di crostacei: un piacere per tutti i sensi.

Nel mercato, sono ospitati oltre 400 piccoli commercianti. Sono presenti all’interno, inoltre, anche bar e ristoranti.

Il mercato è aperto dal lunedì al sabato dalle 07:00 alle 15:00. Chiuso la domenica.
Per tutte le info, si consiglia di consultare il sito ufficiale, attraverso questo link.

Fachada de la Lonja de la Seda en Valencia

Photo, 2016 Juan Mayordomo

Llonja de la Seda, si trova ad un centinaio di metri dal Mercato. Splendido esempio del gotico Valenciano, è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 1996. È nata come emblema dell’età d’oro di Valencia, ed è stata il centro delle attività commerciali e culturali dagli inizi del XVI secolo.

Oggi, ospita l’Accademia Culturale di Valencia. Nell’edificio, vengono realizzate, spesso, delle esposizioni ed eventi culturali. Bellissimo il Palazzo e la sala con le tipiche colonne a spirale.

Aperta tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 10:00 alle 19:00, e la domenica dalle 10:00 alle 15:00.
Il biglietto d’ingresso costa 2.00€. Tutte le domeniche si entra GRATIS!

Di fronte alla Loggia della Seta, non mancate di fare un salto presso Horchatería El Collado, per assaporare delle golose Bunuelas, le tipiche frittelle valenciane.

La centralissima Plaça de la Reina, si trova a circa 5 minuti d cammino. Si tratta di una bella piazza centrale, particolarmente affollata, piena di caffè e locali. È la porta d’accesso per il Micalet e la Cattedrale di Valencia.

La splendida Cattedrale, è la chiesa madre della Comunità Cristiana di Valencia. Costruita in stile Gotico valenzano, è particolarmente apprezzata, e visitata, per la presenza della Cappella del Santo Calice, che si pensa sia stato usato da Cristo, nell’Ultima Cena.
Non si ha la certezza che possa trattarsi effettivamente del Sacro Graal. Sta di fatto che, il Santo Calice, ha attirato, da sempre, folle di curiosi da tutto il mondo.

El Micalet è il simbolo di Valencia. Si tratta dello splendido campanile della Cattedrale, dalla cui cima si gode di una vista davvero meravigliosa sulla città. Davvero consigliato salire fino alla cima.

Weekend a Valencia

La Cattedrale, con la Basílica de la Virgen de los Desamparados e il palazzo de la Generalitat, circondano la bella Plaça de la Virgen. Si tratta di una bella piazza irregolare, che sorge sulle rovine dell’antica Valentia romana, con una fontana al centro. Bella di giorno e di notte, è un luogo particolarmente amato dai giovani.
Consigliamo di dedicare un po’ di tempo alla Basilica dedicata alla Vergine degli Abbandonati. L’ingresso non dà il giusto merito a questo gioiellino, con la sua bellissima cupola.

Per la prima serata del vostro Weekend a Valencia, consigliamo di rimanere nella zona del Centro Storico. Plaça del Carmen è l’ideale per l’ambiente tranquillo e rilassante, e per gustare un’ottima paella valenciana. Poco distante dalla piazza, El Forn del Carmen, è un locale accogliente, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Potrete gustare tapas ed una gustosa paella. È opportuna la prenotazione, sopratutto nel fine settimana.

SECONDO GIORNO WEEKEND A VALENCIA

In genere, il secondo giorno rappresenta, per tanti, un vero e proprio tour de force. Per partire con la carica giusta, non c’è nulla di meglio di una buona Horchata. Si tratta di una gustosa bevanda rinfrescante, estremamente energetica, è tipicamente valenciana. L’ideale per iniziare il vostro secondo giorno del Weekend a Valencia. E se doveste soggiornare in centro, provatela nella Horchateria Santa Catalina, a pochi passi dalla Cattedrale, abbinata ai dolci tipici.

Non c’è Weekend a Valencia che non contempli la visita al maestoso complesso della Città delle Arti e delle Scienze. Una vera e propria città nella città. Cinque strutture, suddivise per tre aree tematiche: arte, scienze, natura. Il complesso sorge nella parte meridionale dell’area metropolitana, estendendosi per buona parte sul letto del Turia. Lo stile originale che ben si adatta al contesto, è merito dell’architetto Calatrava.

Città arti e scienza valencia

Una visita completa sarebbe praticamente impossibile, per quanto ogni struttura sia davvero interessante. Il nostro consiglio è di soffermarvi sugli edifici che più possano interessarvi. Un luogo ideale anche per i vostri bambini, e per nuove e incredibili scoperte.

Il Complesso si raggiunge, con le linee 3 e 5 della metro, scendendo alla fermata Alameda, e proseguendo per circa 10 minuti a piedi. Oppure, in autobus, con numerose linee, tra cui 19, 35, 40, 95.

Gli edifici principali che fanno parte del complesso sono: l’Hemisfèric, l’Oceanografic, l’Umbracle, El Palau de les Arts Reina Sofia, il Museo delle Scienze Principe Felipe, il Pont de l’Assut de L’Or,e l’Agora.

L’Oceanogràfic è uno dei più grandi acquari d’Europa. Ospita 45.000 esseri viventi appartenenti a 500 specie diverse. Al suo interno sono stati riprodotti i principali ecosistemi marini del pianeta.

L’Oceanogràfic è composto da diversi edifici, in cui sono stati ricreati gli ecosistemi più importanti di ciascuno dei mari e degli oceani del pianeta. Da non perdere il bellissimo Delfinario, uno dei più grandi di tutta Europa, e Oceani, uno degli acquari più grandi al mondo. Viene ricreato un viaggio attraverso l’Oceano Atlantico, dalle Isole Canarie alle Bermuda, lungo un tunnel nel quale è possibile ammirare lo squalo toro, lo squalo grigio, il pesce luna e tante altre specie.
Un viaggio magico e fantastico.

Maggiori info, orari e aggiornamenti, da questo link.

Umbracle, si trova nella facciata sud del complesso. Lungo 300 metri, ed alto circa 30, presenta una copertura trasparente che permette di osservare il cielo e di captare la luce del sole. All’interno, ci sono tante specie floreali e piante tropicali, e, soprattutto, la più grande esposizione di dinosauri robotizzati d’Europa. Davvero un must per i bambini che potranno ammirare riproduzioni di oltre 27 metri di lunghezza!
Alla Terazza Umbracle, di sera, potrete sorseggiare ottimi drink, e partecipare a uno dei tanti party che si organizzano.

Il Palazzo delle Arti Regina Sofia è un maestoso edificio, destinato alla alla promozione e alla diffusione di tutte le arti sceniche. Dispone di 4 sale e strutture per attività di insegnamento legate agli ambiti artistici e culturali. Inoltre, è dotato di un’area giardino di 87.000 metri quadri.

“È vietato non toccare, non sentire, non pensare”. Lo slogan del Museo della Scienza Principe Felipe di Valencia, rende bene l’idea, e lo scopo, di questo museo. Si tratta di un grandioso edificio, ideato per far scoprire, in modo didattico, interattivo e piacevole, tutti gli aspetti relazionati all’evoluzione della vita, della scienza e della tecnologia.
Davvero bello e interessante.

Un gigantesco occhio umano, che si riflette in un lago di 24.000 m2: eccovi giunti all’Hemisferic, una sala di proiezioni cinema IMAX, planetario e laser. Dispone di uno schermo di 900 m2.

Ecco, di seguito, il listino aggiornato al 2018.

Ingresso OCEANOGRAFIC: 29.70€ per adulto e 22.30€ ridotto.
Ingresso HEMISFERIC: 8.80€ per adulto e 6.85€ ridotto.
Ingresso MUSEO PRINCIPE FELIPE: 8.00€ per adulto e 6.20€ ridotto.
Ingresso combinato OCEANOGRAFIC + HEMISFERIC: 31.90€ per adulto e 24.10€ ridotto.
Ingresso combinato OCEANOGRAFIC + HEMISFERIC + MUSEO PRINCIPE FELIPE: 37.90€ per adulto e 28.80€ ridotto.

Il Complesso della CIUTAT DE LES ARTS Y LES CIÈNCES, è aperto tutti i giorni, compresi i festivi con i seguenti orari:
dal 10/09 al 29/06, dal lunedì al giovedì, dalle 10:00 alle 18:00; da venerdì a domenica, dalle 10:00 alle 19:00.
Dal 30/06 al 09/09, dalle 10:00 alle 21:00.

Inoltre, con la ValenciaTouristCard avrete diritto a delle Riduzioni per gli ingressi all’interno della città delle Arti e delle Scienze.

Fallas2017 18 Museo Fallero

Photo, 2017 Rafa Esteve

Valencia e Fallas: un binomio indissolubile. Chi volesse comprendere più a fondo, una delle tradizioni, più amate e spettacolari della città, non può perdersi una visita al Museo Faller de Valencia, poco distante dall’Hemisferic.

Nello splendido edificio, che in precedenza era un convento, sono custoditi, tra l’altro, i famosi ninots indultados dal 1932, e ninots infantiles, dal ‘63. Maggiori info su queste, e altre straordinarie tradizioni legate alle Fallas, da questo link.

Il museo è aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato dalle 09:30 alle 19:00 e la domenica dalle 09:30 alle 15:00. Il museo rientra nel circuito della Valencia Tourist Card.

A pochi minuti da qui, se doveste avere ancora tempo a disposizione, vi attendono gli splendidi gli Giardini del Turia. Ottimi, soprattutto, in compagnia dei bambini.

Potrete passeggiare tra pini, oleandri e palme respirando aria pulita; oppure, sfruttando uno dei servizi sportivi che i Giardini offrono. Da non perdere la monumentale scultura di Gulliver, attrazione principale del parco. Lunga 70 metri, ed ispirata al personaggio di Jonathan Swift, è formata da rampe, scivoli e scale che permettono, a voi “lillipuziani”, di passeggiare sul corpo del gigante. Divertimento assicurato soprattutto per i più piccoli.

Imperdibile, la successiva tappa al vicino Mercat de Colon, costruito tra il 1914 e 1916, è considerato come uno dei luoghi emblematici della città. Bella architettura, è indicato come Monumento nazionale. Particolarmente amato dai valenciani, che lo frequentano come punto di ritrovo per bere una birra e fare due chiacchiere. Ideale per riposarsi dalle fatiche.

Per la vostra serata, consigliamo la zona portuale. In particolare la zona di Playa Malvarrosa, ideale d’estate, anche se particolarmente popolata. D’inverno, comunque, conserva un suo fascino. Spiaggia piuttosto estesa e larga, puntellata di locali e caffè, con numerosi eventi. Bella anche per una semplice passeggiata sul lungomare. A La Pepica, gusterete un’ottima paella, in un ambiente davvero bello, vicino al mare.

TERZO GIORNO WEEKEND A VALENCIA

Bioparc Valencia

Tempo di…. arrivederci!
Ultimo giorno del vostro weekend a Valencia. La città ha davvero tantissimo, ancora, da offrire. Se siete in compagnia dei vostri bambini, da non perdere il Bioparc, splendido giardino zoologico, sotto sulle ceneri del vecchio Zoo di Valencia.

Il Bioparc si trova nell’area a nord-ovest, su una superficie di circa 100mila metri quadrati. Qui, sono ospitati 4000 animali, di 250 specie differenti, e sono riprodotti vari habitat dell’Africa. Dalla savana secca, e umida, alla foresta equatoriale o il Madagascar. I più moderni sistemi hanno ridotto al minimo la vista delle barriere, tanto da far sembrare di trovarsi a stretto contatto con gli animali.
Divertimento assicurato per tutti.

Il Bioparc è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, con orari che variano in base alla stagionalità. In genere, in inverno, è aperto dalle 10:00 alle 18:00. In estate, dalle 10:00 alle 20:00 o 21:00.
Le fermate della metro più vicine sono Mislata e Nou d’Octubre.

Il biglietto intero, dai 13 ai 64 anni compiuti, costa 23.80€. Over 65, pagano 17.50€. Bambini dai 4 ai 12 anni compiuti, pagano 18.00€. Ingresso GRATIS per bambini di età inferiore a 4 anni.

Info, orari e aggiornamenti, disponibili sul sito ufficiale a questo link.

Con la metro si scende a Àngel Guimerà. In poche centinaia di metri, superata Torres des Quart, si arriva al Museo di Preistoria.

Torres des Quart, anche conosciuta come Porta de Quart, è una delle 12 porte di accesso che si apre lungo il tratto delle antiche mura. Sulla cima, potrete godere di una bella vista della città.

Poco oltre, il Museu de Prehistòria de València, è un interessante museo in cui sono esposti reperti archeologici dal neolitico all’epoca visigota.
Il Museo è ospitato in un nell’edificio del XIX secolo. Davvero bello, interessante ed ottimamente organizzato. Contiene una importante collezione di archeologia iberica

Il Museu de Prehistòria de Valencia, è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 20:00. Chiuso il lunedì. Il biglietto d’ingresso costa 2,00€.

Non ultimo, certamente, per importanza, il Museo di Belle Arti è più di un semplice punto di riferimento per gli appassionati d’arte. Per la ricchezza delle opere conservate, rappresenta un must del vostro Weekend a Valencia. Un museo del genere, COMPLETAMENTE GRATUITO. Davvero incredibile!

Situato in Calle San Pio V, l’edificio che oggi occupa il Museo di Belle Arti di Valencia era in origine il Collegio di San Pio V, fondato nel 1683 dall’arcivescovo Juan Tomas de Rocabertì, per la formazione dei sacerdoti. Il museo, invece, fu costruito solo nella metà del XVIII secolo.
Sono quasi 3.000, i dipinti che rendono inestimabile questo museo: quadri di diverse scuole, spagnole ma anche straniere, dal XIV secolo al XX. Tra questi, spiccano le opere di artisti valenciani come Joan de Joanes, Ribalta, Vicente Lopez e opere universali di Velazquez, Van Dyck, Goya, Murillo e molti altri.

Potrete visitare il Museo de Bellas Artes de Valencia, dal martedì alla domenica, dalle ore 10:00 alle 20:00. Chiuso il lunedì. L’ingresso è gratuito. Ulteriori info sul sito ufficiale, da qui.

Ovviamente, quelle proposte, sono solo una serie limitata di musei, monumenti e punti di interesse che potrete incontrare nel corso di un Weekend a Valencia. Buon viaggio.