it Italian

WEEKEND A VALENCIA

Valencia è una città che potrebbe essere tranquillamente visitata a piedi, ma grazie ai mezzi pubblici che coprono in modo capillare l’intero territorio, è possibile spostarsi senza problemi. Appena giunti in città e sbrigate le classiche pratiche in Hotel per il check-in, consigliamo subito di immergervi nella vivace città.

1 Giorno

Costruita nel XIII secolo, la Cattedrale sorge in un luogo considerato “sacro” ed in cui già erano sorti un tempio romano prima e una moschea musulmana dopo.

Il modo migliore per iniziare la visita è salire su “El Miguelete”; questa torre si unì alla Cattedrale alla fine del XV secolo come sorta di prolungamento. Ha un entrata angolare decorata con archi a volta e possiede un perimetro uguale alla sua altezza (51 m); è possibile salire e godere della bellezza del Centro Storico da una prospettiva diversa. (Foto)

Miguelete valencia

Tornando alla Cattedrale, qui si intrecciano il romanico, il gotico e il barocco; questa caratteristica è evidente soprattutto ammirando i tre portali che danno accesso all’edificio.

Cattedrale di Valencia

cattedrale Valencia

Ciò che spinge soprattutto i turisti nel visitare la Cattedrale di Valencia è la Cappella del Santo Graal.

Fedeli e curiosi da tutto il mondo, accorrono per il Santo Graal: si ritiene, che quella conservata in questa cappella sia il Santo Calice che Gesù Cristo utilizzò durante l’Ultima Cena.

Non si sa se questo sia il Graal; sta di fatto che sono venuti a pregare davanti a questa coppa, Papi, Re, ed anche persone “normali”.

La Coppa, conservata in una teca, è del I secolo A.C ed è realizzata in agata corallina; in realtà si tratta di 3 pezzi indipendenti, anche se danno l’impressione di essere un pezzo unico. La parte più bella del Graal è la base ricoperta di oro, perle e pietre preziose, tra cui due rubini e due smeraldi di grande valore.

Intorno alla teca della Coppa c’è un grande altare, con i 12 apostoli e al centro la Vergine che ascende al cielo; le scene nelle formelle inferiori ricordano l’Antico Testamento e le profezie che poi sono rappresentate nella parte superiore, dedicata al Nuovo Testamento.

Orari della Torre del Miguelete: aperta tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00, tuttavia, sono suscettibili di variazioni. Vi invitiamo a consultare il sito ufficiale www.catedralvalencia.es 

Orari Cattedrale: dal 20 marzo al 31 ottobre, dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 18.30; Domenica e festivi dalle ore 14.00 alle ore 18.30.
Dal 1 novembre al 19 marzo, dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 17.30; Domenica e festivi la Cattedrale è chiusa dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

Prezzi: l’ingresso costa 3 euro a persona e permette l’accesso alla Cattedrale, alla Cappella del Santo Graal e alla torre del Miguelete.

Per le info ufficiali Kanoa consiglia come sempre di visitare il sito ufficiale www.catedralvalencia.es.

Mercato della Seta

mercato della seta valencia

La Lonja de la Seda (Mercato della Seta) è nata come emblema dell’età d’oro di Valencia, ed è stata il centro delle attività commerciali e culturali agli inizi del XVI secolo.

Nel 1996 è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, come uno degli esempi più belli e meglio conservati di architettura tardo gotica in Europa. Oggi, ospita l’Accademia culturale di Valencia, e qui si tengono manifestazioni culturali; a nostro avviso, è una tappa obbligata.

Come arrivare: Carrer de la LlotjaMetro Àngel Guimerà.

Orari: in inverno, da martedì a sabato dalle ore 9:15 alle 14:00 e dalle ore 16:30 alle 20:00.
In estate, 
da martedì a sabato dalle ore 9:15 alle 14:00 e dalle ore 17:30 alle 21:00.
Domenica (tutto l’anno) dalle ore 9:00 alle 14:00.

Prezzi: Intero 2 euro, Ridotto 1 euro.

Kanoa consiglia di visitare il sito ufficiale per le info www.museoymonumentos.com.

Proprio di fronte al magnifico museo della seta, sorge il Mercato Centrale di Valencia, di cui consigliamo assolutamente una visita.

mercato centrale valencia

Verrete letteralmente investiti da un mix di odori, colori, sapori in quello che è il mercato più grande della Comunità Valenciana.

Con i suoi 959 banchi di prodotti freschi, in un’architettura moderna, sorge questo mercato con un’infinita varietà di cibi e bevande.

Il mercato si divide in 2 aree: da un lato la frutta e la verdura, provenienti dalla Huerta valenciana (zona di terre agricole a sud di Valencia), e dall’altro, un tripudio di carni, tra le quali primeggiano i prosciutti di Salamanca, e di pesci, con i banchi che offrono vere e proprie ‘cascate’ di crostacei: un piacere non solo per il palato!

Se doveste trovarvi per ora di pranzo, in questo immenso mercato averte soltanto l’imbarazzo della scelta, e potrete mangiare qualsiasi cosa a prezzi molto convenienti.

Il mercato si trova in Plaza Ciudad de Brujas e la fermata della metropolitana più vicina è Àngel Guimerà.

Orari: da lunedì a giovedì dalle ore 8:00 alle 14:30; il venerdì dalle ore 8:00 alle 20:30, il sabato dalle ore 8:00 alle 15:00.
Chiuso la domenica.

Kanoa consiglia di consultare il sito ufficiale come sempre per le info: www.mercadocentralvalencia.es.

È giunto il momento di rilassarsi dopo questo primo giorno Valenciano tra musei e palazzi storici… vi portiamo vicino al mare, perché dovete sapere che qui in questa città si cena non prima delle 22.00!!

Casa Carmela è un tipico e pittoresco ristorante vicinissimo al litorale di Av. Marenostrum che offre piatti buonissimi di pesce, e una paella da leccarsi i baffi…

Da Pl. de l’Ajuntament – Barques, prendete il Bus N1 e arriverete in circa 20/25 minuti a Cavite – Font d’en Carròs; dopo appena 3 minuti a piedi, troverete Casa Carmela. Kanoa consiglia di prenotare.

2 Giorno

Un’ottima e abbondante colazione è quello che ci vuole per iniziare bene la giornata. A due passi dalla Cattedrale di Valencia, in pieno Centro Storico, alla caratteristica”Horchateria Santa Catalina“, potrete gustare dolci tipici, caffè, cappuccini… ma soprattutto l’Horchata, una bevanda rinfrescante, preparata con acqua, zucchero, ed il latte vegetale estratto dalla “chufa” (cipero, in italiano); è una bevanda ad elevato valore energetico, e fu introdotta nel sud della Spagna durante la dominazione araba. Assieme alla celeberrima paella, è una delle tipicità di Valencia, e viene gustata, soprattutto nei mesi caldi.

 Giardini del Turia di Valencia

giardini del turia di valencia

Il fiume Turia se, da un lato, ha favorito lo sviluppo dell’insediamento urbano, dall’altro, è stato causa di continui straripamenti ed inondazioni.

Dopo l’ultima inondazione del 1957, le autorità hanno deciso di deviare il corso del fiume, e dove prima era situato il suo letto ora sorgono i Giardini del Turia: un’oasi di verde e di pace, in pieno centro urbano.

Tra pini, oleandri e palme potrete trascorrere qui il vostro tempo libero, facendo una corsetta tra i viali o sfruttando uno dei servizi sportivi che i Giardini offrono; l’attrazione principale del parco è una scultura monumentale di Gulliver, lunga 70 metri, ispirata al personaggio di Jonathan Swift: rampe, scivoli e scale permettono a voi “lillipuziani”, di passeggiare sul corpo del gigante.

Come Arrivare: Avenida Manuel de Falla. Con la metro, fermata alla stazione Túria.

Adesso, passeggiando per circa 5 minuti, raggiungerete la Città delle Arti e delle Scienze.

città delle arti e delle scienze valencia.

È merito dell’architetto Santiago Calatrava il progetto di quest’enorme complesso, esempio significativo dell’architettura moderna.

Questa sorta di cittadella, occupa la parte meridionale dell’area metropolitana; si estende per buona parte sul letto del fiume Turia, ora definitivamente deviato in seguito ad alcuni straripamenti che avvennero in passato. Dal punto di vista architettonico, la Città delle Arti e delle Scienze si divide in quattro grandi edifici, con uno stile costruttivo originale e tutti progettati e curati dal grande architetto Santiago Calatrava.

All’interno si svolgono continuamente manifestazioni e mostre artistiche di livello internazionale.

La Città delle Arti e delle Scienze racchiude al suo interno cinque spettacolari attrazioni: l’Oceanografic, l’Umbracle, il Palazzo delle Arti, il Museo della Scienza e l’Hemisfèric.

Oceanografic

“sarà chiuso per il miglioramento delle strutture, dal 11 gennaio-12 febbraio 2016”

È il più grande acquario d’Europa, capace di ospitare 45.000 esseri viventi appartenenti a 500 specie diverse. Al suo interno sono stati riprodotti i principali ecosistemi marini del pianeta.

L’architettura avveniristica, la distribuzione dei vari acquari e la vocazione scientifica, ludica ed educativa di questo luogo riescono ad avvicinare la gente al mondo marino e a sensibilizzarla sulla protezione della sua flora e fauna, fungendo inoltre da base per la ricerca scientifica.

L’Oceanogràfic è composto da diversi edifici, in cui sono stati ricreati gli ecosistemi più importanti di ciascuno dei mari e degli oceani del pianeta:

Mediterraneo
Mostra una parte della ricchezza biologica del Mar Mediterraneo mediante l’esposizione di nove acquari di diverso formato a seconda dell’habitat rappresentato e contenenti circa 7.400 esemplari tra pesci e invertebrati.

Zone umide
Una spettacolare sfera di 26 metri di altezza riproduce l’ambiente di due delle zone umide più singolari del pianeta: il “manglar” americano, ovvero i litorali bassi e fangosi delle regioni tropicali in cui crescono le mangrovie, e le regioni paludose mediterranee.

Climi temperati e tropicali
Un viaggio che, dalle regioni temperate del Pacifico e dell’Atlantico, porta fino alle tiepide acque dell’Oceano Indiano e dei Caraibi attraverso acquari collegati mediante un fantastico tunnel sottomarino di 70 metri di lunghezza, il più lungo d’Europa.

Oceani
Con un volume di 7 milioni di metri cubi, è l’acquario di maggiori dimensioni dell’Oceanogràfic e uno dei più grandi al mondo. Ricrea un viaggio attraverso l’Oceano Atlantico, dalle Isole Canarie alle Bermuda, lungo un tunnel nel quale si possono ammirare specie come lo squalo toro, lo squalo grigio e il pesce luna.

Antartico
I pinguini sono i veri e propri protagonisti di questa ricostruzione che rappresenta una scogliera rocciosa con aree per la cova e l’allevamento dei piccoli e una zona subacquea dove è possibile osservare gli uccelli immergersi.

Artico
Una grande cupola a forma di igloo ospita la zona dell’Artico. Al suo interno, scogliere rocciose e blocchi di ghiaccio ricreano l’habitat di trichechi e beluga, uno dei mammiferi marini più particolari del pianeta.

Isole
Collocata all’aria aperta, questa struttura prende come punto di riferimento le isole collocate lungo la costa sudamericana, caratterizzate dalla presenza di grandi colonie di leoni marini della Patagonia.

Mar Rosso – Auditorium sottomarino 
È una grande sala rifinita da una copertura a forma di “conchiglia del pellegrino”. Al suo interno, si trova l’auditorium capace di ospitare 466 persone e il cui fondale è costituito da uno spettacolare acquario che rappresenta il Mar Rosso.

Delfinario
Con i sui 26 milioni di metri cubi d’acqua e una profondità di 10,5 metri è uno dei delfinari più grandi al mondo.

È dotato di 5 piscine e può ospitare una trentina di delfini, configurandosi così come il più grande a livello europeo.

Di fronte alle piscine si eleva una gradinata per il pubblico con una capacità di 1.500 spettatori.

Orari: aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 (Sabato chiude alle 19:00)

Prezzi: Adulto 28,50 €; Bambino 21,50 €; Studenti 24,20 €

Kanoa consiglia di consultare il sito ufficiale per tutte le info.

Umbracle

Umbracle valencia

Santiago Calatrava, con quest’opera, voleva riprodurre i giardini d’inverno Europei. Nel complesso, misura più di trecento metri di lunghezza, con un’altezza massima che supera i 30 metri. La copertura trasparente permette di osservare il cielo e di captare la luce del sole; la struttura è situata nella facciata sud del complesso.

Nel percorso interno ci sono specie floreali che non nascono spontaneamente a Valencia. Oltre a piante tropicali che sopravvivono grazie al clima artificiale che si crea al suo interno.

Una mostra sui generis, in grado di entusiasmare i vostri bambini e incuriosire gli adulti, riguarda le riproduzioni dei dinosauri. Quella dei dinosauri robotizzati è la più grande esposizione presente in Europa; alcune imitazioni degli antichi abitanti della terra arrivano a misurare 27 metri di lunghezza.

L’ingresso all’Umbracle è gratuito per quanto riguarda la parte superiore, dedicata al passeggio pedonale.

Se decidete di farci un salto di sera, Kanoa consiglia di sorseggiare un ottimo drink alla Terrazza Umbracle dove si organizzano bellissimi Party; per info, visitate la pagina ufficiale.

Palazzo delle Arti Regina Sofia

palazzo delle arti regina sofia valencia

La grandiosità del suo disegno architettonico, progettato dal valenciano Santiago Calatrava, combinata alle attrezzature tecnologiche di cui è dotato, fanno di questo edificio uno dei punti di riferimento mondiali per i più prestigiosi circuiti teatrali, operistici e musicali.

Il Palazzo delle Arti dispone di quattro grandi sale:

Sala Principale: ha una capacità di oltre 1.400 persone. Pur essendo stata concepita come sala dell’opera, può trasformarsi anche in uno scenario per la danza e altre arti sceniche

Aula Magistrale: con una capacità di 400 persone, è stata ideata per performance dal vivo di piccoli gruppi musicali.

Auditorium: può ospitare 1.400 spettatori

Teatro Martín y Soler: situato nell’edificio destinato alle Arti Applicate, si trova vicino al Palazzo e ha una capacità di 400 spettatori. È questo il luogo che ospiterà l’Accademia di Perfezionamento.

L’edificio dispone di strutture per attività di insegnamento e altre strettamente legate agli ambiti artistici e culturali.

È inoltre dotato di un’area giardino di 87.000 metri quadri.

Tariffe visite guidate: Visita generale: 8€.
Studenti e persone con più di 65 anni: 6€
Gruppi di più di 20 persone: 6€
Scolaresche: 4 €.
Scolaresche visita inclusa in attività didattiche: 2€

Sito Ufficiale: www.lesarts.com.

Museo della Scienza Principe Felipe di Valencia

Museo della scienza príncipe_felipe valencia

È il grande museo del XXI secolo, ideato per far scoprire, in modo didattico, interattivo e piacevole, tutti gli aspetti relazionati all’evoluzione della vita, della scienza e della tecnologia.

È circondato da una superficie di 13.500 metri quadri di specchi d’acqua.

È un edificio di dimensioni grandiose all’interno del quale vengono proposte numerose attività e iniziative collegate all’evoluzione della vita e alla divulgazione scientifica e tecnologica.

È proprio l’interattività la caratteristica principale del Museo delle Scienze Príncipe Felipe, che si presenta all’insegna del motto “È vietato non toccare, non sentire, non pensare”. In questo modo, il museo si trasforma in uno strumento reale di educazione e riattivazione della capacità critica delle persone.

Insieme al vasto materiale espositivo, il museo promuove anche la diffusione di attività e pubblicazioni collegate alla scienza e all’istruzione, trasformandosi in una fonte di trasmissione delle conoscenze tra il mondo scientifico-educativo e la società.

Kanoa consiglia assolutamente di visitare questo strabiliante Museo.

Orari: dal 7 Gennaio al 17 Marzo dalle 10:00 alle 18:00

Dal 13 Ottobre al 22 Dicembre dalle 10:00 alle 19:00

Dal 18 Marzo al 30 Giugno – dal 19 Settembre al 12 Ottobre- dal 5 Dicembre al 11 Dicembre dalle 10:00 alle 19:00

Dal 1 Luglio al 18 Settembre dalle 10:00 alle 21:00.

Prezzi: Adulti 8.00 €; Ridotto 6.20 €; Scolaresche 4.20 €

Sito ufficiale: www.cac.es.

Emisferico

L’Emisferico è una sala di proiezioni cinema IMAX, planetario e laser. Dispone di uno schermo di 900 m2. L’edificio é stato disegnato dall’architetto valenciano Santiago Calatrava ed ha la forma di un occhio, che si riflette in un lago di 24.000 m2.

Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00

Prezzi: Adulto 8.80 €; Ridotto 6.85 €; Scolaresche 4.70 €

Sito Ufficiale: www.cac.es.

Kanoa ricorda che per arrivare alla Città delle Arti e delle Scienze, bisogna utilizzare i seguenti mezzi: Linee 3 e 5 della Metro, fermata Alameda; Bus n° 19, 35, 40 e 95.

Con l’acquisto di un unico biglietto di 30,60 euro, potrete visitare tutte le attrazioni! Avendo a disposizione un solo weekend, consigliamo di prenotare in anticipo.

Inoltre, con la ValenciaTouristCard avrete diritto a delle Riduzioni per gli ingressi all’interno della città delle Arti e delle Scienze.

Probabilmente sare stanchissimi: visitare tutta la cittadella potrebbe impiegare più di una giornata in alcuni casi. Consigliamo di rientrare in Hotel, per rilassarvi, e, per la serata, fatte un salto al Barrio del Carmen: non ve ne pentirete.

Si tratta di uno dei posti più frequentati della città, sia di giorno che di notte. La mattina è il luogo dello shopping, tra negozi alternativi e atelier di grandi marche, mentre di notte è il posto preferito dai giovani che vengono a rilassarsi dopo una giornata di studio o di lavoro, intrattenendosi nei vari localini che popolano il quartiere e andando ‘de copas’.

Kanoa per cena consiglia il ristorante tipico Canela, ad appena 2 minuti di cammino dal Barrio del Carmen: qui potrete gustare un’ottima Paella Valenciana spendendo .

3 Giorno

Terzo e ultimo giorno di questo itinerario: ci auguriamo che abbiate il volo di ritorno nel tardo pomeriggio, in modo da non perdere gran parte della giornata.

Museo delle Belle Arti

museo delle belle arti valencia

Situato in Calle San Pio V, l’edificio che oggi occupa il Museo di Belle Arti di Valencia era in origine il Collegio di San Pio V, fondato nel 1683 dall’arcivescovo Juan Tomas de Rocabertì, per la formazione dei sacerdoti, ma il museo fu costruito solo nella metà del XVIII secolo.

Sono quasi 3.000, i dipinti che rendono inestimabile questo museo: quadri di diverse scuole, spagnole ma anche straniere, dal XIV secolo al XX. Tra questi, spiccano le opere di artisti valenciani come Joan de Joanes, Ribalta, Vicente Lopez e opere universali di Velazquez, Van Dyck, Goya, Murillo e molti altri.

Potrete visitare il Museo di Belle Arti di Valencia nei seguenti orari: da martedì a domenica, dalle ore 10,00 alle 20,00 con orario continuato; l’ingresso è gratuito. Uno dei musei da visitare a Valencia per immergerti completamente nel mondo dell’arte.

Come sempre l’invito di Kanoa è di seguire i vostri gusti e interessi, ma siamo sicuri, qualora lo vogliate, che seguendoci non ve ne pentirete.

Buon Viaggio da Kanoa.it

[huge_it_portfolio id=”62″]

FOLLOW US

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

HOME PAGE  |  CHI SIAMO  |  CONTATTACI  |  COLLABORA CON KANOA

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari