EnglishItalian

ACCEDI | ISCRIVITI | SHOP

WEEKEND SOFIA

L’affascinante capitale della Bulgaria vi rapirà con la sua bellezza, i suoi monumenti che fanno tutt’uno con parchi e giardini, le chiese e le moschee. Un weekend a Sofia è l’ideale per apprezzarne al meglio i mille volti che la città sappia offrire.

1 giorno Weekend Sofia

Svolte le pratiche del check-in in Albergo, e considerando mezza giornata a disposizione, il consiglio è di partire da Maria Luiza Blvd.

Church_of_Sveta_Petka_in_Sofia_2012_PD

Copyright, 2012 Bin Im Garten

Prendete la Metro e scendete alla fermata di Serdika: vi troverete esattamente dinanzi alla splendida Sveta Petka Samardžijska, una piccola chiesa costruita tra il XIV e XV sec. dopo l’invasione turca, e inclusa nell’Arhitekturno-istoričeski compleks. Alcuni restauri hanno portato alla luce una porta romana quadrilatera, difesa da torri ottagonali all’esterno del II sec, e delle tombe. Situata sulle rovine dell’antica Serdika: antica, bella, originale, con la sua posizione interrata su due piani, secondo l’obbligo imposto dal dominio ottomano dell’epoca.

Banya_Bashi_Mosque_Sofia

Copyright, 2010 MrPanyGoff

Passeggiando lungo il Boulevard, c’è la Moschea di Banya Bashi, una delle più belle moschee di tutta la Bulgaria, con un bel minareto; aperta esclusivamente al culto, e risalente alla seconda metà del XVI secolo, fu costruita dallo stesso architetto della splendida Moschea di Solimano a Istanbul e di quella di Selim ad Edirne.  Di fianco è situato il Palazzo delle Terme municipali (Gradska mineralna banya). Lo stabilimento termale di Sofia, ufficialmente, è entrato in funzione nel 1913. Fu costruito sul sito di preesistenti bagni turchi (Hamam) in stile moresco dentro un parco. Nel 1986, sono stati chiusi e mai più riaperti da allora. Davanti alla moschea, è situato il mercato alimentare coperto, in una struttura datata 1909, che richiama lo stile moresco di Banya Bashi

La splendida Sinagoga di Sofia (Sofiyska sinagoga) è situata in prossimità del mercato centrale. Inaugurata nel 1909 alla presenza dello zar Ferdinando I, fu costruita sull’esempio della sinagoga sefardita di Vienna, in stile moresco, con sontuosi interni: colonne in marmo di Carrara e pareti decorate a mosaico. Ha una capienza di ben 1700 posti! Per ulteriori informazioni potete consultare il sito ufficiale da questo link.

Per la serata, consigliamo una passeggiata lungo Viale Vitoša, il vero e proprio Corso di Sofia. Dovrete fare il percorso inverso, raggiungendo Piazza Nezavisimost (un tempo Piazza Lenin), in cui si affaccia il palazzo dove aveva sede il comitato del defunto Partito Comunista bulgaro, il palazzo presidenziale, l’albergo Sofia Hotel Balkan.

Rotunda_Sveti_Georgi,_Sofia

Copyright, Ann Wuyts

Accanto a quest’ultimo, in un cortile, si trova la Rotonda Sveti George, l’edificio più antico della Città, costruito tra il II ed il IV secolo, in mattoni rossi e dalle dimensioni ridotte (appena 10 metri di diametro!). Notevoli gli affreschi all’interno, databili tra il X e ilXIV secolo. La chiesa ortodossa, sorge tra vecchi scavi preservati e continuamente monitorati dal personale dei beni culturali. Il Tempio ha un ottima acustica. L’ingresso è libero ma un cartello raccomanda di acquistare qualche souvenir in quanto il ricavato della vendita sarà destinanato alla beneficenza. Ogni ora avviene il cambio della guardia: niente di paragonabile a quello di Londra, ma comunque interessante! Aperta tutti i giorni dalle 11.00 alle 18.30.

Viale Vitoša, che ha inizio dallo Yuzhen Park (Parco Meridionale), si può considerare il Corso di Sofia. È una strada commerciale con un’ampia scelta di ristoranti, bar e negozi di alta moda. L’angolo con “Patriarch Eftimii“, è il luogo dove tradizionalmente si danno appuntamento gli abitanti di Sofia. Lungo l’arteria si trovano alcuni dei più interessanti palazzi cittadini come l’NDK, il Palazzo Nazionale della Cultura. Fermatevi al Ristorante Shtasliveca: centrale, ambiente accogliente e personale gentile. Si mangia davvero bene; ottima la carne, altrettanto la proposta culinaria. Inoltre si paga poco e dispone di un baby club con giochi, ideale se siete con i bambini.

2 giorno Weekend Sofia

Dopo un’abbondante colazione, è il momento di partire per il secondo giorno del Weekend a Sofia. Prendete la Metro e scendete a Kliment Ohridski: vi troverete nel cuore di Knyazheska Garden, uno dei tanti polmoni verdi di Sofia. Alberi centenari ed un’atmosfera tranquilla vi accompagneranno nella passeggiata rilassante per il parco, in direzione del Mausoleo Alexander Of Battenberg. Realizzato su disegno dell’architetto svizzero Hermann Mayer, ospita la tomba del del principe Alessandro I di Bulgaria (1857–1893).

Sofia-foreign-art-gallery

Copyright, Vassia Atanassova – Spiritia

Poco distante, a Piazza Nevsky, è situata la splendida Galleria Nazionale di Arte straniera (Natsionalna galeriya za chuzhdestranno izkustvo). Inaugurata nel 1985, la galleria è ospitata in un imponente edificio in stile neoclassico francese, datato 1884 e progettato dall’architetto austriaco F. Schwanberg. Le esposizioni della galleria sono disposte in quattro piani e organizzate in diciannove diverse stanze, per un totale di circa 10.000 oggetti tra sculture, quadri, dipinti e altri manufatti artistici. Ci sono opere di artisti fiamminghi oltre ad opere di Marc Chagall, Auguste Rodin e Pierre-Auguste Renoir. Mostre temporanee sono spesso allestite nella struttura. Per tutte le informazioni, si consiglia di consultare il sito ufficiale.

Ploštad Narodno Sabranie, è la piazza del centro cittadino, che deve il nome, all’omonimo palazzo dell’Assemblea Nazionale, sul quale si affaccia: un edificio in stile neoclassico costruito a partire dal 1884. Al centro della Piazza è posto il Pametnik na Osvobodilite, monumento ai liberatori, alto 14m con la statua equestre dello Zar russo Alessandro II che liberò la Bulgaria dal dominio Ottomano nel 1878. Tutta la zona è davvero suggestiva: da qui, è possibile scorgere la sagoma della bellissima Cattedrale.

Weekend Sofia

Hram-pametnik Alexandar Nevski è l’edificio più celebre di Sofia. Costruita per commemorare la liberazione delle armate russe dal potere turco, la Cattedrale ortodossa fu completata nel 1912. In stile bizantino, alta 45 metri, e le cui dimensioni sono tali da renderla il tempio ortodosso più grande dei Balcani.

Non passa indifferente, all’esterno, la sua multi-cupola! L’interno della cattedrale, secondo i canoni della tradizione bizantina, è a cinque navate, in stile italiano, decorato con alabastro e molti materiali pregiati, ed è ornata di affreschi di artisti russi e bulgari. Degna di nota è in particolare, la cripta, che occupa la stessa superficie della Chiesa, ed in cui è allestita una galleria di icone provenienti da tutta la Bulgaria, e facente parte della Galleria Nazionale. Quest’ultima è la prima in Europa per grandezza, che contenga icone bulgare. Le icone provenienti un po da tutto il Paese, sono disposte in ordine cronologico. Da non perdere l’Icona del Monastero di Poganovo e la Vergine con il bambino e i Santi datata 1830.

Prima di visitare la splendida Galleria Nazionale d’Arte, consigliamo di fare una pausa. Lungo Bulevard Osvoboditel, e vicoli perpendicolari, troverete diverse offerte tra fast-food, lounge bar e ristoranti. Happy Bar & Grill è un’ottima catena di fast-food che trovate in città, dove mangiate bene pagando poco. Noi consigliamo in alternativa, qualcosa di sbrigativo per pranzo: Poison, è un ottimo bar, oppure se foste amanti, PectopHat EGO, è davvero un eccellente ristorante giapponese.

In pieno centro storico, non molto distante da qui, c’è una chiesa, a nostro avviso, di grande interesse: Sveta Sofija. La Chiesa fu eretta per volere di Giustiniano I nel VI sec. sulle rovine di quattro precedenti chiese, di cui, sono persino visibili gli scavi. Aperta tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:00. Nella piazza antistante la chiesa, ha luogo un interessante mercato delle pulci in cui è possibile acquistare icone dipinte a mano.

Bulevard Osvoboditel è un grande viale su cui si affacciano importanti edifici e costellato da numerosi giardini. Parte da Ploštad Narodno Săbranie fino alla Ploštad Aleksandăr Battenberg, attraversando tutto il centro storico.

Russian_Church_Sofia_East_Facade

Prima di arrivare alla Galleria, si passa in rassegna lo splendido Tempio Sveti Nikolay, anche conosciuto come la Chiesa Russa, perché eretta nel 1908 da un ambasciatore russo. Ha una pianta tradizionale russa e sorge all’interno di un giardino: nel parco antistante, troverete un mercatino di artisti ed artigiani. Successivamente, si trova il Nacionalen Prirodonaučen Muzej (Museo nazionale di Storia naturale), aperto nel 1907. Il museo, il più ricco della Bulgaria per quanto concerne la Storia Naturale, è diviso in tre sezioni principali: Geologia, Zoologia (da segnalare la vastissima collezione di insetti) e Botanica, allestite in 16 stanze. È presente una grandissima collezione che comprende anche minerali, uccelli, rettili, anfibi, pesci, mammiferi e altro ancora. È, anche, il museo più vecchio di tutta la Bulgaria! Il biglietto d’entrata costa 4 BGN per gli adulti, 2 BGN per studenti e 1 BGN per bambini sotto i 6 anni e disabili. Il museo è aperto ogni giorno dalle 10 alle 18, la biglietteria chiude un’ora prima.

Cosa vedere in un Weekend Sofia

Nella Galleria nazionale d’Arte (Natsionalna hudozhestvena galeriya), sono esposte 50,000 opere di artisti bulgari oltre a un gran numero di dipinti medievali e circa 4000 icone bulgare. L’edificio che ospita la Galleria, il Palazzo Reale, un tempo residenza ufficiale degli zar bulgari, è un tipico esempio di architettura del Secondo Impero bulgaro. Fu completata nel 1882 su disegno di architetti austriaci. Il biglietto d’ingresso costa 6 BGN per gli adulti e 3 BGN ridotto (bambini, studenti ed over 65). La struttura è aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10:00 alle 18:00. Maggiori info potete ottenerle visitando il sito ufficiale a questo indirizzo.

Immaginiamo che sia stata una giornata davvero faticosa: consigliamo di tornare in albergo per rilassarvi e fare una doccia. Per la serata, al 75 di Kozloduy str, trovate Hadjidraga Kashti. È leggermente fuori mano, ma, non lontanissimo dal centro, vicino la fermata della metro. Se scegliete il menù turistico non è eccellente; andateci se volete provare i piatti tipici della trazione: ne uscirete davvero soddisfatti, e pagando poco.

3 giorno Weekend Sofia

Come sempre, l’addio non è mai semplice. Chi fosse venuto per la prima volta a Sofia, avrà intuito di essersi trovato in una bella città, ingiustamente sottovalutata. Per l’ultima giornata, posto che abbiate a disposizione almeno la mattinata, consigliamo di fare un salto presso Boyanska Tsarkva, ovvero la piccola chiesa medievale di Boyana, la cui costruzione risale al X e XI sec.

Boyana_Church_2_TB

Photo, 2011 Todor Bozhinov

Per avere un’idea, basta sottolineare come l’edificio sia stato inserito nella lista dei Patrimoni mondiali dell’umanità dall’UNESCO nel lontano 1979. Esternamente potrebbe passare inosservata, ma gli interni sono di assoluto pregio, con bellissimi affreschi del XIII sec. Per preservarne il tesoro, si entra a gruppi di 8, massimo 10 persone per un tempo di 15 minuti! L’ingresso costa 10 BGN, piuttosto caro per gli standard cittadini e per il tempo a disposizione. Vale comunque la pena. Potete arrivarci col BUS 64, o il 107, direzione Boyana in una ventina di minuti dal centro: la chiesa è piuttosto fuori mano. In alternativa, potreste utilizzare il taxi. È aperta tutti i giorni dalle 09:00 alle 17:00. Maggiori info sul sito ufficiale.

Raggiungere Sofia da Francia, Italia, Germania,Spagna, Russia, Europa. Info pratiche e collegamenti treno, auto. La rete autostradale e le distanze da Sofia

Muoversi per Sofia con metro, bus, tram. Gli orari, i biglietti, abbonamenti e prezzi. Tante preziose info pratiche per spostarsi in città

Cosa vedere e visitare in un weekend Sofia: moschea Banya Bashi, cattedrale, Rotonda Saint George, Chiesa Boyana, Galleria Nazionale con orari prezzi