it Italian

UNA SETTIMANA A NEW YORK
new york, broadway

New York è una grande metropoli suddivisa in 5 distretti, distante parecchie ore di volo dall’Italia, e, pertanto, reputiamo che una settimana sia il giusto compromesso per “assaporare la Grande Mela”. Nella nostra guida cercheremo d’inserire il giusto Mix di attrazioni da non perdere e luoghi assolutamente da visitare, ma non fatevi prendere dalla frenesia e non preoccupatevi se avrete perso qualcosa: New York, come Londra o Parigi, è uno di quei luoghi in cui potreste sempre ritornarci… e che vi rimarranno per sempre nel cuore!

1 Giorno

Sicuramente sarete quasi distrutti, dopo 9 o 10 ore di volo, la fila per la registrazione/controlli agli arrivi in aeroporto; una volta fatto il check in nel vostro albergo o preso possesso del vostro appartamento (sperando che si trovi rigorosamente a Manhattan), forse vorreste buttarvi per 5 intensi minuti sul letto. Alcuni voli arrivano a New York nel primo pomeriggio, ed altri nel tardo pomeriggio: calcolando la stanchezza, il nostro consiglio è di fare una breve camminata, facendovi avvolgere dalle luci di New York; prendete la metro o il taxi e scendete a Columbus Circle, da lì, in direzione sud, iniziate a percorrere la celebre Broadway Avenue, di sera è un’autentico spettacolo!

Probabilmente vi capiterà di vedere tombini fumanti agli angoli delle strade, curiosi ragazzi con addosso cartelloni enormi di pubblicità, storici venditori degli Hot-dog, beh… se notate tutto questo e soprattutto, tanta di quella luce per strada da sembrare mezzogiorno (quando in realtà è sera), allora siete proprio a New York City!

Broadway

Broadway Avenue (foto sopra) è una delle vie storiche di Manhattan; la zona è cono sciita come Theatre District, in quanto il numero di teatri è davvero sbalorditivo, con un’offerta piuttosto variegata, in cui si passa dai classici intramontabili ai nuovi musical di successo come Chicago o Wicked.

Durante la vostra vacanza, può essere ottima l’idea di partecipare ad un musical o spettacolo teatrale, indipendentemente dal fatto che conosciate l’inglese; pensate a quando possa cabitare di nuovo, al di là dei gusti, di assistere ad uno spettacolo live di tale portata. Andateci, tenendo presente che molta gente prenota in anticipo i biglietti, perché vanno a ruba in qualsiasi periodo dell’anno.

Kanoa consiglia il sito ufficiale per gli spettacoli di Broadway: www.broadway.com.

Continuando la passeggiata arriverete a Times Square (foto).

times_square

Times Square deve il suo nome al celebre quotidiano New York Times; nel 1903 l’allora editore del giornale chiese al sindaco, con successo, che la piazza fosse rinominata in loro onore.

Times Square è piena di vita: quì si svolgono i festeggiamenti del capodanno più famoso al mondo. Consigliamo di rilassarvi sulla famosa scalinata al centro della piazza, da cui è possibile scattare anche bellissime foto, grazie alla luce dei tanti cartelloni pubblicitari. Tenete presente che questa è la piazza più fotografata e ammirata al mondo, precedendo nomi blasonati quali gli Champs-Élysées a Parigi, Trafalgar Square a Londra o Piazza Tiananmen a Pechino!

m&m store new york

Fermatevi in piazza, e scattate l’immancabile selfie; magari, entrate nei mega-negozi come AmericanEagle, Levi’s, Oakley, o Quick Silver, solo per citarne qualcuno: a seconda del periodo potreste trovare ottimi sconti; in alternativa fate un salto all’M&MS Store, per grandi e piccini, in cui vendono di tutto: dai celebri confetti colorati, ai cuscini, pigiami, e accappatoi; i prezzi sono piuttosto alti, ma vale la pena farci almeno un salto per assaporare il clima gioioso e festaiolo, tenendo presente che se foste con i bimbi, non potrete esimervi dallo spendere qualche dollaro! I negozi, solitamente, da queste parti chiudono a tarda ora.

Dopo un viaggio lungo, ciò che ci vuole è un’ottima cena. Kanoa consiglia Del Frisco’s Double Steak House, un locale situato nei pressi dEl Rockefeller Center e dEl Radio City Music Hall, a circa 7 minuti da Times Square; questo ristorante è centrale, ben frequentato e accogliente, dai prezzi medio-alti, noto soprattutto per il delizioso “filetto di carne”, accompagnato da funghi: provere per credere!

Ovviamente, per quanto concerne questa prima giornata, tutto è meramente soggettivo: potreste essere arrivati nel tardo pomeriggio oppure essere talmente stanchi da desiderare solo una doccia calda ed una dormita. In questo caso, rimandate tutto ai prossimi giorni

2 Giorno

Avete riposato bene? Il fuso è stato recuperato? Speriamo di si. Quello di cui avete bisogno, ora, è una gran colazione, e, qualora non fosse inclusa con la vostra sistemazione, sappiate di non essere spacciati, perché siete in America, la patria di Starbucks, una catena con tanti estimatori, tra cui anche noi Europei! Starbucks lo trovate ad ogni angolo di New York; il caffè è piuttosto buono, e da non perdere, il cappuccino con panna, ed il White Chocolate mocha con panna, magari accompagnati da deliziosi croissant o fagottini ripieni; punto a favore, la connessione Wi-Fi Free!

The Metropolitan Museum of Art

the metropolitan museum of art

Il Metropolitan Museum (Met) si trova nell’Upper East Side, sul lato destro di Central Park, lungo il Museum Miles (il miglio dei musei); grazie all’alta concentrazione di musei nella zona, il Met è uno dei più grandi ed importanti musei del mondo.

Con più di due milioni di opere d’arte suddivise in 19 sezioni, possiamo dire che è uno dei più imponenti musei del globo, vero e proprio “labirinto di cultura”; la collezione permanente, presenta opere risalenti all’antichità classica e all’antico Egitto, dipinti e sculture di quasi tutti i più grandi maestri europei e una vasta collezione di arte statunitense e moderna.

Il Met, inoltre, possiede anche una notevole quantità di opere d’arte africane, asiatiche, dell’Oceania, bizantine e islamiche.

Per visitare tutte le sezioni non basterebbe una giornata, e, pertanto, il consiglio è di pianificare la visita seguendo i propri gusti e interessi. Al piano mezzano e al primo piano troverete:
gallerie dalla 150 alla 176: arte greca e romana;
gallerie dalla 350 alla 358: arte asiatica, dell’Oceania e delle Americhe;
gallerie dalla 500 alla 556: arte europea;
gallerie dalla 950 alla 962: Collezione Robert Lehman,
Gallerie dalla 700 alla 774: arte americana
;
gallerie dalla 370 alla 380: armi e amori;
gallerie dalla 100 alla 138: arte Egizia
gallerie dalla 300 alla 307: arte medioevale e bizantina.

Al secondo e terzo piano in senso orario:
gallerie dalla 400 alla 406: arte del vicino e medio Oriente;
gallerie dalla 450 alla 464: arte islamica;
gallerie dalla 600 alla 644, dalla 800 alla 827 pittura europea(da Giotto a Gaugain, da Duccio di Buoninsegna a Velázquez, sono oltre 2500 le tele conservate al Met che narrano la storia della pittura in Europa dal XIII secolo al XIX secolo, impossibile non citare la collezione di opere olandesi: fra Veermer e Rembrandt, il Met possiede una delle più ricche collezioni di questa corrente artistica.Non mancano poi opere impressioniste e post impressioniste.
Fra le opere, l’Adorazione dei Magi di Giotto (galleria 602), Bouquet di Girasoli di Vincent Van Gogh (galleria 819).

Gallerie 690, 691, 692 e 696 disegni e schizzi: fra le opere presenti, schizzi e disegni della tradizione italiana (Leonardo da Vinci, Michelangelo, Piranesi), francese (Jacques-Louis David), del Nord Europa (Peter Paul Rubens e Rembrandt)

Gallerie dalla 200 alla 253 arte asiatica;
gallerie dalla 680 alla 684: strumenti musicali;
gallerie 850, 851 e 852: fotografia.

Al piano interrato:
Galleria 980 e 981: istituto del costume, sono quasi 35.000 gli abiti presenti in queste gallerie, dai pomposi vestiti di corte fino al tubino di Yves Saint Lauren, c’è davvero da perdersi: accessori e modelli da sogno si alternano in una deliziosa esposizione.

Il Met dispone anche di una sede secondaria, chiamata The Cloisters, che contiene la sezione dedicata all’arte medievale.

Come Arrivare:
Con la Metropolitana, linee 4, 5, 6 fermata 86th street.

Orari:
Aperto tutti i giorni; da marzo a ottobre dalle 10 alle 17.15; da novembre a febbraio dalle 10 alle 16:45. Chiuso per il Thanksgiving Day (giorno del ringraziamento), il 25 dicembre, il 1 gennaio e la prima domenica di maggio.

Prezzi:
L’entrata è “gratis” con un’offerta volontaria; in realtà l’offerta suggerita per un adulto è di 20$, 10$ per gli studenti e gratis per i ragazzi sotto i 12 anni accompagnati dagli adulti.
Il costo del biglietto include la visita anche ai Cloisters, la parte del museo che si trova in Central Park.

Kanoa consiglia il CityPass New York, in cui è incluso il Museo Metropolitan: basta cliccare qui, per avere sconti sulle attrazioni e saltare la fila che spesso è chilometrica.

Sito ufficiale Museo Metropolitan: www.metmuseum.org

Sperando non vi siate stancati molto, consigliamo, appena usciti dal Museo, di inoltrarvi nel Central Park.

Central Park

central park

Central Park è il parco più famoso al mondo, nonché autentico Polmone verde ed un’oasi di tranquillità per ripararsi dalla frenesia e il traffico di Manhattan; progettato da Frederick Law e Calvert Vaux, Central Park si estende su 843 acri. Milioni di turisti di tutto il mondo ne rimangono affascinati per i deliziosi pontili sui tanti laghetti, in cui vi è la possibilità di noleggiare delle barchette a remi e rilassarsi su uno dei tanti prati in cui, è molto probabile che incontriate anche dei simpatici scoiattoli.

Tempo permettendo, non c’è niente di meglio che fare un picnic a Central Park; fate la spesa in uno dei market di New York, rilassatevi e pranzate nel parco, perché può essere un’esperienza indimenticabile e soprattutto rilassante. I posti migliori per il picnic sono Sheep Meadow e the Great Lawn.

Il perimetro del parco misura circa 9,6 km (4km da nord a sud, 800m da ovest a est), il parco è aperto dalle 6 all’una del mattino, 365 giorni l’anno.

Nel Pomeriggio, Kanoa vi porta… Ricordate Una Notte al Museo con Ben Stiller? Beh è proprio lì che vogliamo portarvi!

American Museum of Natural History

Natural-history-museum

L’American Museum of Natural History, situato nell’Upper West Side di Manhattan, nei pressi di Central Park (visitare questo museo dopo essere stati a Central Park è un’ottima idea perchè ottimizzerete il vostro tempo), non è solo uno dei più grandi musei della Grande Mela, ma anche uno dei più importanti e ricchi musei di storia naturale al mondo.

Appena entrerete, vi tornerà subito in mente il celebre film di una notte al museo (sempre che l’abbiate visto): infatti, l’atrio d’entrata è stato il set del film; il museo è molto antico e a volte si ha la sensazione di fare un tuffo nel passato.

Tappa immancabile per noi, in quanto, tra l’altro, troverete rappresentazioni degli Habitat di mammiferi viventi su tutto il globo; nella sala degli Oceani (primo piano), non perdete l’occasione di ammirare un esemplare di Balenottera azzurra appesa al soffitto.

Una delle sale più ammirate è quella dei Dinosauri, caratterizzata da ricostruzioni come quelle del mastodontico Tirannosauro Rex, posto all’entrata del museo; un’altra sezione molto interessante è la sala “RoseCenter” nella Space Exploration, al terzo piano, che ospita una riproduzione di planetario in cui ammirare meravigliose proiezioni dello spazio e dove è altresì possibile toccare con mano un vero meteorite: un’esperienza indimenticabile!

Come arrivare
Central Park West alla 79th Street.
Metro 81st Street, linea B/C

Prezzi

Gratis con il New York CityPASS(nella pagina dedicata potrete avere il carnet ad un prezzo scontato);
Adulti 22$;
Ragazzi dai 2 ai 12 anni $12.50;
Studenti  $17

Orari
dalle 10 alle 17:45 ogni giorno, chiuso a Natale e per il Ringraziamento.

Sito Ufficiale: www.amnh.org

Probabilmente, la visita di quest’ultimo museo vi avrà portato via tutto il pomeriggio; se cercate un posto per cenare, Kanoa vi consiglia uno dei Fast-Food più apprezzati dagli Americani e anche da noi Europei. Appena usciti dal Museo di Storia Naturale, svoltate a destra, e, quando finisce la strada che costeggia il museo, ancora a destra, cinque minuti di cammino e sarete arrivati.

Shake-Shack

shake shack

Shake Shack è un Must negli Stati uniti! Colui che iniziò con un piccolo chiosco ambulante per le vie di Wall Street, oggi ha creato una fortuna, presente in tutta l’America, in Europa, tra cui Londra, e presto negli Emirati Arabi e in Asia. I punti di forza di questo fast-food sono: freschezza dei prodotti, velocità, pulizia e un prezzo nella media; consigliamo di provare le deliziose patatine twist con Shack souce (salsa), o la sua celebre limonata e i frappé.

Il sito ufficiale ve lo consigliamo per un’occhiata preventiva del menù, www.shakeshack.com

Se siete con amici oppure con la vostra compagna e avete voglia di trascorrere, una serata NewYorkese, Kanoa consiglia di fare un salto al  B.B. King Blues Club.

B B King Blues Club

Qui sono passati i più grandi artisti Americani, maestri del Jazz e del Blues; il B.B. King è uno di quei posti in cui bisogona andarci almeno una volta nella vita, anche se non foste amanti del genere. Generalmente i tickets si acquistano sul sito ufficiale www.bbkingblues.com, e, mediamente, i costi del solo spettacolo si aggirano sui 20 dollari per persona, anche se variano a seconda dall’importanza dell’ospite. Esiste più di uno spettacolo, anche ad ora di pranzo, mentre la sera, invece, se ne svolgono soltanto due, rispettivamente alle 19:30 e 21:30; la consumazione minima all’interno, come ad esempio una birra, è di 10 dollari, e vi è anche la possibilità di cenare (cosa che sconsigliamo, per il pessimo rapporto qualità-prezzo!).

3 Giorno

Questa mattina Kanoa vi porta presso uno dei Simboli Americani di maggior importanza… la Statua della Libertà!

Con la Metro, da Times Square, ci vogliono circa 20 minuti; bisogna scendere a South Ferry Station, 2 minuti a piedi e troverete la stazione marittima di Battery Park, dove c’è la biglietteria per Liberty Island ed Ellis Island.

statue-of-liberty

Kanoa consiglia l’acquisto del CityPASS che include la visita gratuita sia della Statua della Libertà che del Museo dell’Immigrazione; una volta giunti alla biglietteria, dovrete semplicemente consegnare al personale il vostro carnet CityPASS. (calcolate 2 ore di visita per isola, dopo le 14 potrete visitarne solo una).

Chissà quanti film avrete visto al cinema: finalmente avrete la possibilità di toccare con mano uno dei simboli più famosi al Mondo!!

Arrivati sull’isola, potrete ammirare Lady Liberty in tutto il suo splendore.Anche se la statua non sembra particolarmente grande da Manhattan, una volta giunti sul luogo si rivela una presenza imponente; i visitatori possono salire sino alla cima ed affacciarsi dalla sua corona.

La Statua della Libertà fu progettata dallo scultore francese Frédéric Bartholdi, e fu donata agli Stati Uniti dai francesi per il centenario della rivoluzione Americana.

La statua è alta 46 metri e pesante 225 tonnellate; è ricca di simboli: la torcia che tiene nella sua mano destra rappresenta la luce della libertà, nella sua mano sinistra stringe un libro che reca la scritta “July IV MDCCLXXVI” (4 luglio 1776), ovvero la data in cui venne siglata la Dichiarazione d’Indipendenza americana; inoltre, la corona con le sette punte simbolizza i 7 mari e i 7 continenti.

Su quest’isola sono presenti anche punti di ristoro per pranzare all’aperto con vista sulla statua e su Manhattan.

Successivamente, prendete la nave e portatevi ad Ellis Island (foto in basso), ed entrate nell’Immigration Museum, in cui potrete scoprire le storie di oltre 12 milioni di immigranti giunti negli Stati Uniti; magari, seguendo il vostro cognome potreste scoprire la storia dei vostri Avi…davvero emozionante!

ellis island

Generalmente, per la visita della Statua della Libertà e dEl Museo dell’Immigrazione, potrebbero volerci dalle 3 alle 5 ore, ragion per cui consigliamo di pranzare sull’isola di Lady Liberty.

Ritornati a Manhattan, più esattamente a Battery park, attraversate il piccolo parco davanti gli imbarchi, impegnate la strada Broadway, e dopo neanche 5 minuti di cammino, giungerete alla mitica Wall Street.

Orari:

Biglietteria aperta tutti i giorni, 7:45-16:30.
I battelli partono ogni 30-45 minuti; il primo battello parte alle 8:30 dal weekend del Memorial Day fino al Columbus Day compreso e alle 9:30 per il resto dell’anno.

Chiuso il giorno di Natale.

Per info sugli orari dei traghetti visitate il sito: www.statuecruises.com

Kanoa consiglia di rifocillarsi, ogni tanto, prendendo un caffè o un gelato, magari nei tanti parchi di New York; spesso il fatto di stare in giro per tutta la giornata può stancare abbastanza, e prendersi una pausa rigenerante è quantomeno opportuno!!

Wall Street

wall street

Wall Street è un area finanziaria che fa parte del Financial District nella Low (bassa) Manhattan, e deve il suo nome alle mura della città ormai da tempo smantellate.

In questa strada, ed in tutto il distretto, ci sono gli edifici più vecchi di della città, come il New York Stock Exchange (la borsa americana), la sede del Governo della città; fermatevi ad ammirare anche Trinity Church (in pieno stile gotico, un tempo, uno degli edifici più alti della città), ed il Federal Hall National Monument, in cui George Washington giurò per la carica di primo presidente degli Stati Uniti d’America.

La Borsa di New York è davvero imponente con la sua facciata dalle grandi colonne Corinzie; ogni giorno, in quest’edificio, si decidono le sorti finanziarie degli Usa, ed in generale, del Mondo intero.

Non può mancare una foto con il Charging Bull, il toro di Wall Street che si trova nel vicino Bowling Green Park.

Come Arrivare:

Se rientrate dalla visita di Ellis Island e della Statua della Libertà, a piedi, in pochissimi minuti, raggiungerete Wall Street; se invece doveste arrivarci di proposito, magari da altre zone della città, è consigliata la Metro, scendendo alla fermata Wall Street o Broad Street.

Quando andare:

Kanoa consiglia di andarci durante la settimana per vedere da vicino la caotica vita dei Broker, la sera e nel Weekend la zona è deserta o quasi.

Adesso, prendete la metro Linea 2 per tornare a Mid-Town, scendete alla fermata 50 St (durata media del percorso 25 minuti): è ora di guardare New York col naso all’ingiù, al Top of The Rock (Rockefeller Center).

Rockefeller Center

Il Rockefeller Center è un complesso privato di 19 edifici commerciali, unico nel suo genere e tra i più importanti al mondo, situato vicino Central Park. Tra gli edifici più famosi, citiamo innanzitutto il Radio City Music Hall (completato nel Dicembre 1932), all’epoca il più grande teatro del mondo, in grado di contenere 6000 spettatori; altro edificio da non perdere è il GE Building, già noto come RCA Building, vero cuore del Rockefeller Center, con i suoi 70 piani, ed i 266 metri di altezza!

Il Rockefeller Center è famoso per la celebre pista di pattinaggio sul ghiaccio all’aperto e per il suo stupendo albero di Natale (che avrete senz’altro notato in molti film americani); ogni anno la cerimonia di accensione dell’albero più famoso al mondo, attira milioni di visitatori.

Ospita, tra gli altri, gli uffici della famiglia Rockefeller (tra il 54esimo e il 56esimo piano), il quartier generale della NBC, e al 65esimo piano, il famoso ristorante Rainbow Room.

In cima al grattacielo è accessibile al pubblico (a pagamento) l’osservatorio, chiamato top of the rock.

Top of The Rock

top of the rock

Da togliere il fiato, di sera oppure di giorno in base al tempo da dedicare, il Top of The Rock offre una prospettiva eccezionale di New York: dal lato sud, direzione Manhattan bassa, noterete l’altro grandissimo grattacielo Empire State Building; se invece vi girate verso nord, vedrete Central Park. I livelli di osservazione sono 3: al 67simo, 69simo e 70simo piano (quest’ultimo ha un’altezza di 253 metri dal suolo) per una superficie totale di 5110 mq.

Lo stile che contraddistingue quest’edificio è l’Art Decò, con linee semplici. Il Top of The Rock a differenza degli altri grattacieli di New York, non possiede una guglia in cima.

Come Arrivare:

L’edificio si trova in 1230 6th Avenue, raggiungibile a piedi perché al centro vicino molte attrazioni di Manhattan.

Metro linee B, C, D, F, M stazione 47-50th Street-Rockefeller Center.

Orari
Aperto tutti i giorni, 8-mezzanotte
L’ultimo ascensore sale alle 23:00
Gli orari possono variare nelle festività.

Prezzi:

Gratuito se avete il New York CityPass.Adulti 32$;
Ragazzi dai 6 ai 12 anni 26$;
Over 60 30$.

A nostro avviso, l’orario ideale per la visita della terrazza panoramica del Top of the Rock è tra le 8:00 e le 10:00 la mattina e tra le 22:00 e le 23:00 la sera, quando è meno affollata.

Sito ufficiale: www.rockefellercenter.com

Se volete, potete cenare o stuzzicare qualcosa al Rainbow Room, un ristorante con una spettacolare situato al 65esimo piano del Top of Rock con vista su New York; ovviamente è caro, ma vale la pena bere un’aperitivo in uno dei grattacieli più panoramici ed esclusivi al mondo!!

Noi consigliamo di indirizzarvi a pochi passi da qui, raggiungendo Times Square, in cui vi attende solo l’imbarazzo della scelta per mangiare: Sbarro, a New York, è un’istituzione. Potete scegliere tra pizza e alcuni primi (diciamo italiani), spendendo il giusto; a 2 minuti da Times Square!

4 Giorno

Quarto giorno di una settimana a New York: consigliamo di prendere la metro in direzione sud di Manhattan; da Times Square prendete la linea 1 Rossa, ed in 20 minuti scendete alla fermata Soho.

SoHo

Soho New York

SoHo è l’abbreviazione di SOuth of HOuston (Houston street); un vero e proprio quartiere da vivere, facendo una bella passeggiata e mischiandosi con la gente del posto. Qui vivono Vip, Artisti, cantanti, attori famosi; è il luogo in cui potrete fare shopping sfrenato, tra boutique di nicchia e grandi marchi.

In questo meraviglioso quartiere, non è difficile imbattersi in gallerie d’arte contemporanea; da non perdere drawing center e il Franklin Bowles Gallery, una galleria d’arte che ospita opere di Chagall, Matisse, Mirò, Rembrandt.

SoHo, oltre che piacevole posto dove trascorrere qualche ora a passeggio, è anche confinante con Little Italy e Chinatown.

A Little Italy, intere generazioni negli anni si sono stabilite a Manhattan; più precisamente, in questo distretto, tra il 1860 e il 1880, iniziò il flusso migratorio verso la grande mela. Nel 1920 più di 300.000 italiani arrivarono a New York, stabilendosi tra Bleeker street, Baxter Street, ed Elizabeth Street.

Oggi, la Little Italy di una volta non c’è più, invasa dalla vicina Chinatown e le costruzioni di Soho; gli italiani che sono un numero molto considerevole a New York, in questi anni si sono spostati nel Bronx e Staten Island.

Chinatown

new-york chinatown

Chinatown, a New York, è la Comunità Orientale più vasta al di fuori dell’Asia.

Nel 1858, ci furono i primi arrivi a New York, che nel corso degli anni sono diventati oltre 10.000; all’inizio, Chinatown non era così come oggi: la polizia di New York dovette fare i conti con droga e prostituzione, bar e ristoranti gestiti da signori poco raccomandabili e molti omicidi tra bande, per definire i vari traffici clandestini.

Chinatown è uno dei pochissimi quartieri di Manhattan fatto di stradine strette che s’intersecano tra loro; oltre ad essere molto tranquillo, è un quartiere in forte espansione; ad ogni angolo vedrete pagode, lanterne, banchi di frutta o pesce, negozi di souvenir, ma, soprattutto, tantissimi turisti incuriositi.

Le arterie principali e da non perdere sono Canal Street e Mott Street; passeggiando, non perdete l’occasione di scattare qualche foto al Columbus Park, un autentico polmone verde, molto curato, dove potrete notare anziani giocare a scacchi cinesi, bambini giocare con le loro mamme; addirittura, sotto la grande pagoda, vi è una palestra all’aperto. Tenete presente, infine, che acquistare souvenir a Chinatown è un’ottima idea, poiché risparmierete parecchi dollari rispetto a tante altre zone di New York.

Partendo dal Columbus Park, camminate in direzione della Corte Suprema Dello Stato, situata a 2 minuti, in una grande piazza; in seguito, passerete davanti al commissariato di polizia di New York, (tranquilli, non vi portiamo in commissariato..), ed appena dopo, inizierete a vedere le indicazioni per il Ponte di Brooklyn… si signori ci siamo!!

Brooklyn Bridge

brooklyn-bridge

Il Brooklyn Bridge è New York: tutto il mondo lega la sua immagine alla grande mela. Non c’è film girato qui che non lo immortali, dall’alto, dal basso, di giorno o di notte… è sempre affascinante!!

E’ stato costruito tra il 1869 e il 1883 e collega la Lower Manhattan, il quartiere Finanziario, con il Borought di Brooklyn, attraversando l’East River.

Potete visitarlo per tutta la sua lunghezza a piedi, grazie alla passerella di legno che passa sopra le corsie riservate alle automobili. Da Manhattan, a piedi, si accede al ponte tramite Centre Street, mentre a Brooklyn l’entrata pedonale si trova in Tilary Street, all’incrocio con Adams Street; calcolate che la passeggiata a piedi, tra andata e ritorno, impegna circa 5km.

Kanoa consiglia di procedere da Manhattan, ma potete anche arrivare in metro (linea 2 o 3) fino a Brooklyn in Clark street e procedere al contrario. Una cosa è certa: il panorama che offre lo Skyline di New York City dalla riva opposta del fiume, è qualcosa che porterete per sempre nei vostri ricordi. Una volta terminato il Boardwalk lato Brooklyn, potrete girare a destra o sinistra; fate una sosta, ci sono delle panchine: dopo una lunga passeggiata è proprio quello che ci vuole. Farete delle eccellenti fotografie ed inoltre vedrete uno dei panorami più belli di New York.

Sarete di certo affamati: prima di inoltrarci alla visita di Brooklyn, bisogna mangiare qualcosina…

Vi proponiamo due opzioni:

Roberta’s Pizza, dall’altra parte del ponte in Old Fulton Street; potete arrivarci in taxi, in circa 10 minuti, o in Metro linea L. Roberta’s Pizza è situata a Moore Street: è segnalata tra le migliori di New York, disponendo tra l’altro del forno a legna; l’entrata, quasi anonima, è l’opposto dell’interno: l’atmosfera è fantastica, tra tavoli di legno, murales colorati, tanti giovani, ed una location molto cool. La pizza è buona e, forse, sarete anche un po’ stanchi di mangiare sempre bistecche e hamburger; hanno delle ottime birre, di cui tutta Brooklyn è famosa: nella zona, infatti, ci sono degli antichissimi birrifici, e, siamo sicuri, apprezzerete; per i prezzi, siamo nella media locale.

Juliana’s Pizza, si trova proprio sotto il ponte, in Old Fulton Street; locale molto bello, iN cui c’è molta gente, anche se è probabile che troviate un po’ di fila. La pizza, di grandi dimensioni, è buona, anche se ovviamente non è paragonabile alla nostra; consigliato per chi è stanco di mangiare carne e patatine fritte. Provate la Family margherita, abbondante e semplice con buoni ingredienti, e prendete anche l’ottima birra locale la Brooklyn Brewery; i prezzi sono nella media.

Brooklyn 

Brooklyn

Brooklyn è un distretto di New York che negli ultimi anni ha avuto una crescita incredibile; artisti e personaggi famosi hanno scelto di vivere proprio qui. Affitti meno proibitivi, meno caos e la vicinanza a Manhattan, rendono Brooklyn a misura d’uomo e perfetta per chiunque. Fulton Street è l’arteria principale dove passeggiare e fare shopping, tra centri commerciali e negozi di qualsiasi marca.

Il cuore di Brooklyn è il Civic Center accanto al Columbus Park: quì viene allestito il mercatino rionale; anche gli abitanti di Manhattan si recano a Brooklyn, per partecipare agli eventi artistici, musicali, teatrali, organizzati dalla Academy of Music.

Brooklyn Heights attira molti visitatori e cittadini per la sua posizione strategica, infatti, è un quartiere che fa parte del distretto di Brooklyn ed è situato lungo il litorale del fiume East River.

Potrete accedervi appena terminato il ponte, girando a sinistra; portatevi proprio a ridosso del fiume e iniziate a camminare lungo la Promenade, in cui vedrete uno dei panorami più belli di Manhattan. Dopo pochi minuti entrerete in questo quartiere davvero particolare, notando i tipici brownstones (i mattoncini rossi), tra viali alberati e edifici storici risalenti al 1800, chiese e edifici federali; vi sembrerà di tornare in un’altra epoca, ed è pazzesco che in pochissimi chilometri di distanza vi sia un’atmosfera completamente differente rispetto alla caotica Manhattan.

A questo punto vi consigliamo, a soli 5 minuti di cammino da Old Fulton Street, il Tabernacolo di Brooklyn; il martedì potete andarci dalle 17, mentre gli altri giorni, gli orari sono dalle 9 di mattina alle 17. È un luogo di preghiera, molto grande, curato, ed imponente, dove potrete assistere ad una messa più o meno Gospel, (non paragonabili a quelle di Harlem); già che ci siete, potrebbe andare bene lo stesso: l’entrata è gratuita, ed il tutto si svolge in circa 2 ore, con la prima parte del coro e le musiche molto coinvolgenti, e davvero emozionante; poi, il pastore locale eseguirà il sermone. Durante il rito verrete invitati a fare un’offerta: è buona norma, dopo le musiche e il coro, non andare via rimanendo anche per il sermone, sebbene potrebbe risultare noioso.

Il Tabernacolo di Brooklyn è comunque un’esperienza da provare se siete a Brooklyn!

Sito ufficiale per consultare gli orari: www.brooklyntabernacle.org.

Probabilmente, si sarà fatta sera e sarete molto stanchi per l’intensa giornata: Kanoa consiglia, a questo punto, di rientrare a Manhattan, con la metro, sempre nella zona di Times Square.

Per cena consigliamo Bubba Gump Shrimp Company, a Times Square. Ricordate il celebre film Forrest Gump, in cui bubba e Gump (Tom Hanks), decisero che una volta tornati dal Vietnam avrebbero acquistato una barca per entrare nel mondo dei pescatori di gamberi? Ebbene, questa catena di ristoranti, presente in tutti gli USA, ha ricreato fedelmente tutto, persino nel menù! Al ristorante di Times Square è possibile cenare al secondo piano su una vetrata con vista sulla piazza, che da sola vale il prezzo della cena;consigliamo di assaggiare Shrimp Shack Mac & Cheese (pasta gratinata con formaggio e gamberetti) e il cestello misto di gamberi, davvero delizioso!

Per conoscere gli Store e consultare il menù, consigliamo di visitare il sito ufficiale da questo link.

5 Giorno

Kanoa, per questa mattina, consiglia di visitare il MOMA (Museum of modern Art).

moma new york

Il MoMA è il museo di arte moderna più completo al mondo; sappiate che non è solo per chi ama l’arte moderna ma è un museo che risulta interessante a tutti, con al suo interno, opere di artisti famosi, sculture moderne, stampe, fotografie, materiali multimediali; tutto davvero molto fresco, interessante, e basta avere una cartina o un’audioguida per lasciarsi rapire ed entrare in sintonia col museo.

Il MoMA si trova all’11 West 53rd street, tra la Fifth Avenue e la Sixth Avenue, e fu fondato nel 1929 da tre donne molto benestanti, tra cui la moglie di John Rockefeller.

Per una visita accurata secondo i vostri gusti e preferenze, consigliamo di organizzarvi preventivamente su cosa voler vedere, per evitare di perdere tempo prezioso; ad esempio, se non foste appassionati di arte moderna, portatevi direttamente al quinto piano, il più affollato del museo, dedicato alla pittura e alla scultura degli artisti più importanti al mondo, dall’800 al 1940.

Kanoa consiglia di non perdere al quarto piano le opere più recenti, dal 1940 in poi, di cui segnaliamo quelle di Andy Warhol e Duchamp.

L’audioguida, è inclusa nel prezzo del biglietto, e può essere noleggiata lasciando un documento di riconoscimento.

Il museo, essendo uno dei più importanti al mondo, è abbastanza affollato tutti i giorni, ed in particolare il venerdì dalle 16 alle 20 quando è previsto l’ingresso gratuito!

Come Arrivare
Linee E, V fermata 5th avenue-53rd street

Orari
Da sabato a giovedì 10.30–17.30
Venerdì 10.30–20.00 (a luglio e agosto è aperto fino alle 20.00 anche di giovedì)
Chiuso: giorno del Ringraziamento, Natale.

Prezzi
Gratuito con il New York CityPASS

Il costo del biglietto è di 20$ per gli adulti, 12 $ per gli studenti e gratis per i ragazzi sotto i 16 anni.

Sito Ufficiale: www.MoMA.org

Appena usciti dal Museo, girate a destra e iniziate a camminare a piedi verso Central Park, circa 8/9 minuti; una volta che avrete di fronte il parco, sarete sulla 59 esima  west, svoltate ancora a destra, all’angolo di Central Park.

Fifth Avenue

Questo è uno dei punti nevralgici della “Grande Mela”: quando si parla di New York, inevitabilmente si pensa allo Shopping; la 5th Avenue inizia da quì. Venendo da Central Park, si riesce a godere di una bella prospettiva; la quinta strada è una lunghissima arteria dello Shopping NewYorkese, in cui le più grandi Griffe come Kors, Abercrombie, Tommy, Ralph, hanno i propri Store. Troverete anche Apple, Nike, e le gioiellerie più famose; probabilmente le vostre mogli o fidanzate vi faranno entrare in quasi tutti i negozi della 5th strada: armatevi di pazienza perché questa strada è… molto lunga!!!

Bryant_Park

Ad un certo punto della vostra passeggiata, lungo la 5th Avenue, vi capiterà di scorgere Bryant Park (foto sopra), autentico polmone verde della City incastonato tra un’infinità di cemento.

Probabilmente avrete lo stomaco che vi brontola: presi dalle tante cose da fare, in viaggio, molto spesso il tempo vola via veloce; se, come consigliato, foste sulla 5th Avenue, portatevi al Grand Central Terminal per ammirare questo pezzo di storia americana e, magari, fermarvi a mangiare un boccone.

Partendo da Bryant Park, dovete attraversare in direzione est Madison Avenue, e proprio attaccato al grattacielo MET Life (compagnia leader mondiale delle assicurazioni), troverete quest’imponente stazione.

grand central terminal

Il Grand Central Terminal, con 44 banchine e 67 binari, è la Stazione più grande al mondo; fu costruita nel 1913 dalla ricca famiglia Vanderbilt, estendendosi su 2 livelli sotto terra. La maestosità degli elementi architettonici è impressionante (scale e pavimenti marmorei, lampadari, decorazioni, lucidature…), fra i quali svetta l’orologio d’opale a 4 facce, divenuto emblema della stazione.

Con 68 negozi e 35 punti di ristoro, penserete di trovarvi in un centro commerciale; il Grand Central Terminal, oltre ad essere punto di arrivo per milioni di persone, è chiaramente una città nella città. Se doveste avere fame, avrete solo l’imbarazzo della scelta: al piano inferiore dei binari, ci sono tantissimi posti dove mangiare, dai mitici Burger con salsa Shake, di Shake Shack, alle ostriche, pesce e crostacei del famosissimo Oyster restaurant, fino alle ottime bistecche del Tri Tip Grill; in altre parole avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Grand Central Terminal è aperta tutti i giorni, dalle 5.30 alle 2.00

Come arrivare: linee 4, 5, 6, S, 7 fermata Grand Central

Sito ufficiale: www.grandcentralterminal.com

Tentando di smaltire i poco salutari cibi americani, ed un po’ per continuare lo shopping, portatevi di nuovo sulla 5th Avenue, percorrendola in direzione Low Manhattan; ad un certo punto noterete una delle costruzioni più particolari al mondo: il grattacielo Flatiron (foto).

Flatiron new york

Sin dal suo completamento (1902), i Newyorkesi soprannominarono questo grattacielo, alto 86,9 metri, Flatiron, ovvero ferro da stiro, per la sua somiglianza all’oggetto; scattate le foto di rito e continuate lo shopping.

Adesso Kanoa consiglia di portarsi nella vicina Madison Avenue per concedersi ancora un po’ di shopping, dopodiché è giunto il momento di far visita all’Empire State Building.

empire state building

L’Empire State Building è, assieme alla Statua della Libertà, l’icona di New York; amato un po’ da tutti, appare in numerosi film, foto panoramiche, e rappresenta la meta per eccellenza che non può essere persa in una visita di New York!

Con i suoi 443 mt. d’altezza (considerando anche l’antenna), dal 1931 anno di costruzione al 1967, è stato il grattacielo più grande al mondo, superato successivamente dalle Torri Gemelle fino al 2011. Dopo i tragici attentati, l’edificio più alto, dal 2014, è il One World Trade Center.

I numeri delle visite sono pazzeschi: si stima che ogni anno è meta turistica di oltre tre milioni di visitatori, che affollano la terrazza panoramica dell’ottantaseiesimo piano e l’osservatorio al centoduesimo.

Appena entrerete nell’atrio, in stile Art Decò al 350 della 5th Avenue, vi renderete conto della maestosità dell’Empire, decorato con marmo nero Belga, marmo rosa Formosa e marmo di Rocheron di origini europee; a completare l’apparato decorativo dell’atrio vi sono una serie di simboli dell’era moderna raffigurati in medaglioni metallici cromati incastonati nelle pareti e finiture in alluminio e foglia d’oro a 23 carati.

L’edificio ospita numerosi uffici, studi televisivi, filiali della Bank of America e un’infinità di bar e ristoranti; al secondo piano c’è la biglietteria: il personale di sicurezza, molto qualificato, vi indicherà il percorso da seguire. Prima di raggiungere gli ascensori, vi attenderà un percorso con cenni storici documentati da grandi foto, delle fasi della costruzione del grattacielo, da cui è possibile anche farsi scattare una simpatica foto ricordo da un fotografo professionale.

Una volta preso il veloce ascensore, gli osservatori dell’86° e del 102° piano regalano un’indimenticabile vista a 360° di New York e dintorni; che siate in città per un giorno o per una settimana, nessuna visita di New York può dirsi completa senza un giro in cima all’Empire State Building.

Programmare per tempo la visita dell’Empire è importante: i momenti migliori sono sostanzialmente la fascia oraria che va dalle 17 alle 19, durante il tramonto, e la fascia dalle 22 alle 23 avendo una prospettiva incredibile di New York con le sue luci.

Come arrivare:Metro linee B, D, F, M stazione 34th-Herald Square.

Orari:Dalle 8 alle 2 del mattino (l’ultimo ascensore parte all’1.15).

Prezzi:
Aquistando il New York CityPASS l’entrata è gratuita.

Terrazza principale 86° piano:
Adulti $32;
Anziani ( 62+)$29;
Ragazzi(6-12) $26
Terrazza principale più Osservatorio 102° piano:
Adulti $52;
Anziani ( 62+)$49;
Ragazzi ( 6-12)$46.

Sito Ufficiale: www.esbnyc.com.

Quello di cui c’è bisogno, ora, è un ottimo Burger: prendete la metro F (arancione) da Herald Square, e in 8 minuti scendete alla 57St, e raggiungete Joint Burger, all’interno del lussuoso hotel Le Parker Meridien; entrati nella hall sulla sinistra, troverete un locale piuttosto piccolo, ben arredato, con murales, scritte e con mattoncini newyorkesi (brownstones); il menù è scritto su particolari tavole a muro, e la cucina è a vista e molto piccola. Passata una certa ora, potreste incontrare molta gente, essendo il locale piuttosto famoso in città. Noi consigliamo il cheesburger e la loro ottima birra alla spina; prezzi leggermente alti, ma la qualità della carne è incredibile.

Dopo la cena potete concludere la serata nella luccicante Times Square.

6 Giorno

Questa mattina Kanoa vi porta da Molly’s Cupcakes per una colazione spaziale!!

Da Bryant Park prendete la Metro linea D verso Coney Island e dopo 2 fermate scendete a West 4 Station, da cui, in 2 minuti di cammino, potrete raggiungere questo tempio del Cupcakes.

Per tutti i gusti, raccomandato da tutti, dove potrete assaporare eccellenti cappuccino e, soprattutto, i migliori dolci della città, che potrete farcire anche su richiesta; il locale, poi, è davvero bello, e fuori dagli schemi: come posti a sedere, hanno installato delle altalene!!

Dopo questa “dolce sosta”, dirigetevi verso il quartiere Chelsea; basta riprendere la metro linea C a West 4 Station, e scendere, dopo 4 fermate, a 23St.

Chelsea

Chelsea new york

Chelsea, il quartiere dell’arte e delle gallerie, ha vissuto momenti alti e bassi dal 1750 al 1870, prima di riaprire i battenti agli inizi del ‘900, iniziando la sua scalata di quartiere eccellente, grazie soprattutto all’apertura del grande magazzino Macy’s, il più grande al mondo, occupando un’intero isolato e capace di vendere a chiunque!

Sicuramente, da non perdere in questa zona di New York, il Chelsea Art Museum (556 West 22nd Street) e il Chelsea Piers, il più grande centro per lo sport e il fitness di New York; non perdete nemmeno l’occasione di una passeggiata lungo la High-Line, un parco lineare di New York, realizzato su una sezione in disuso della ferrovia sopraelevata chiamata West Side Line facente parte della più ampia New York Central Railroad.

Continuando lungo la High Line troverete, ad un certo punto, il famoso Chelsea Market (foto).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Chelsea Market è ricavato dall’ex fabbrica dei famosi Oreo, ed oggi si presenta come un elegante mercato, più simile ad un Loft, che propone le specialità ittiche migliori del paese. Qui, potrete gustare ottimo sushi preparato al momento, oppure l’astice bollito, davvero squisito, da consumarsi rigorosamente a mani nude; qualora non vogliate pranzare o cenare, il Chelsea Market è un’esperienza soprattutto per gli occhi, tra panetterie, cake factory, vini di alta qualità, bar e tanti esclusivi prodotti. Inoltre, nel corridoio che percorre tutto lo stabilimento, ci sono musicisti e piccoli eventi che rallegrano le persone durante lo shopping.

Da non perdere cibi di Pesce e il celebre Lobster Roll, un’aragosta sgusciata, in mezzo ad un succulento panino.

Los Tacos N1, il migliore della città.

Orari:

Lun-Sab dalle 7 alle 21; Domenica dalle 08 alle 20.00.

Come arrivare:

Si trova sulla 9th avenue tra la 15th e la 16th street.

Sito ufficiale: www.chelseamarket.com.

Kanoa, adesso, vi porta a Ground Zero: prendete la metro linea E a 14St. e dopo 4 fermate, in circa 10 minuti, scendete a Chambers Street, 2 minuti a piedi e sarete arrivati.

ground zero

Ground Zero: così i Newyorchesi indicano la zona bassa di Manhattan, dove un tempo, prima degli attacchi dell’11 settembre, sorgevano le torri gemelle.

Il 12 Settembre 2011 fu inaugurato il memoriale delle vittime, e qualche anno più tardi, il 21 Maggio 2014, ha aperto il museo a loro dedicato.

Essere qui, inevitabilmente, vi porterà alla memoria i tragici eventi degli attacchi terroristici, con la speranza che mai più accada una simile strage.

Se ne aveste voglia e, soprattutto, se il tempo a disposizione lo permetta, potete entrare nel memoriale sito proprio a Ground Zero Gratuitamente per assistere ad una mostra fotografica dei tragici eventi.

Il Memoriale è visitabile gratuitamente tutti giorni, dalle 08:30 alle 20:30, senza bisogno di pass o biglietti.

Il memoriale consiste in 2 enormi vasche, molto profonde (foto sopra) con tutti i nomi delle vittime scolpiti ai bordi; il silenzio, è interrotto soltanto dal rumore incessante dell’acqua. Si tratta di un memoriale incredibile, nel suo tragico significato.

Il Museo Nazionale della memoria del 9/11, invece, che ricordiamo è stato inaugurato il 21 maggio 2014, è a pagamento e si trova esattamente sotto il Memoriale: una delle pareti dell’edificio è esattamente la stessa, in cemento, che sosteneva le Torri del World Trade Center.

All’interno troverete una mostra di reperti, fotografie, immagini, attraverso i quali vengono vissuti i momenti dell’attentato al World Trade Center, dalle fasi di preparazione, agli impatti degli aerei sulle Torri; è un percorso davvero toccante.

Prezzi
GRATIS CON CITYPASS NEW YORK
24$ per adulti;
18$ per gli over 65;
15$ per i ragazzi dai 7 ai 17 anni;
I bambini fino ai 6 anni entrano gratis.

Ogni martedì, inoltre, potrete entrare gratuitamente dalle 17 fino alla chiusura.

Orari
Dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 20;
Venerdì e sabato dalle 9 alle 21. Ultimo ingresso consentito alle 18.

Sito ufficiale: www.911Memorial.org

 One World Trade Center.

one-world-trade-center

Inizialmente chiamata Freedom Tower, ed oggi One World Trade Center, è l’edificio che ha sostituito quelle che erano un tempo le torri gemelle; alto 541 metri è il grattacielo più alto dell’emisfero Occidentale.

Una curiosità: misura 1776 piedi come l’anno d’indipendenza degli Stati Uniti.

In gran parte il grattacielo contiene uffici delle più importanti multinazionali al mondo, ma ciò che lo rende unico è l’osservatorio posto su all’ultimo piano, inaugurato il 29 maggio 2015.

Man mano che ci si avvicina a questa struttura, ci si rende conto della sua maestosità.

Appena entrati, e cambiato il Voucher o acquistato il biglietto, vi aspettano rigorosi controlli al pari degli aeroport; poi, si accede ad una “zona di benvenuto” in cui ventrò o spiegati i passaggi circa la costruzione del grattacielo, prima che prendiate uno dei cinque velocissimi ascensori (sky pod), che in meno di un minuto portano all’osservatorio, situato al 102° piano, al The See Forever Theater; qui è possibile assistere ad una presentazione video di due minuti, in un mix di vedute a volo d’uccello e time lapse in 3D… Molto emozionante!!

Dall’osservatorio vedrete non solo Manhattan, ma Brooklyn, Staten Island, la statua della libertà, l’Empire; il One World vi concederà l’occasione di ammirare New York in tutta la sua immensa bellezza.

I biglietti hanno giorno ed orario prestabilito per l’ingresso, e consentono l’accesso ai tre piani dell’osservatorio (100, 101 e 102).

Come arrivare:

One World Trade Center si trova al 285 di Fulton Street.

Le stazioni della metro più vicine sono: Cortland Street linea 1; Park Place linee 2 e 3; World Trade Center linea E.

Prezzi
$32 per gli adulti (13-64 anni);
$30 per i senior (65+);
$26 per i bambini dai 6 ai 12 anni;
I bambini fino a 5 anni d’età entrano gratuitamente.

Per evitare la possibile coda consigliamo di acquistare i biglietti online sul sito www.oneworldobservatory.com

Orari:Fino al 7 settembre: dalle 9 alle 24 (ultimo biglietto venduto alle 23:15);Dall’8 settembre al 5 maggio 2016 dalle 9 alle 20.

Aperto tutti i giorni.

Per le festività, opererà un orario esteso e l’osservatorio rimarrà aperto fino alle 24.

Adesso avrete sicuramente fame dopo le tante ore in giro, Kanoa consiglia di portarsi nel West Village, con la metro scendendo a West 4th St. Camminate 3 minuti e troverete Murray’s Chees Bar.

Questo posto, molto particolare, offre tantissime specialità preparate con i migliori formaggi, americani, svizzeri ma provenienti in generale da tutto il mondo; è aperto sia a pranzo che a cena fino alle 22. Molto informale, Kanoa consiglia di assaggiare i Mac e chees… Spaziali!!!

I prezzi sono buoni, Kanoa consiglia di visitare il sito ufficiale per sbirciarne le golosità e il Menù, www.murrayscheese.com

Dopo cena, qualora abbiate le forze e la voglia, essendo l’ultima serata Newyorkese potete trascorrerla magari in disco.

La top 3 di Kanoa dei migliori Clubs di New York

Il Cielo si trova nel Matchpaking District

Sito ufficiale: www.cieloclub.com

Output di Brooklyn

Sito ufficiale: www.outputclub.com

Marquee si trova nel quartiere di Chelsea

Sito ufficiale: www.marqueeny.com

7 Giorno

Il giorno della partenza è sempre triste… Qualora abbiate la mattina libera, perché il volo per il rientro è previsto in serata, lasciamo a voi la decisione di come impegnare il tempo; sappiamo bene che tra la preparazione dei bagagli, checkout della stanza e transfer all’aeroporto, rimane poco tempo libero.

Abbiamo cercato di inserire in questo itinerario i posti, musei, cose da fare: l’America è molto grande e New York ne è la conferma e per questo non è semplice vedere tutto in una settimana, noi di Kanoa speriamo vi sia piaciuta la nostra guida… il consiglio, è come sempre, di seguire i vostri gusti, ritmi e interessi.

Buon Viaggio dallo Staff di Kanoa

[huge_it_portfolio id=”49″]

FOLLOW US

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

HOME PAGE  |  CHI SIAMO  |  CONTATTACI  |  COLLABORA CON KANOA

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari