it Italian

ESTATE A MINORCA

Minorca è perfettamente integrata con la sua natura, ed è l’unica delle Baleari a non essersi piegata al turismo di massa come Ibiza e Palma, mantenendo una forte identità. È un’isola piena di risorse e cose da fare: potete passeggiare, ammirare i suoi parchi di straordinaria bellezza, osservare uno spettacolare tramonto in uno dei bar panoramici della Ciutadella, opppure cenare in uno dei suoi locali tipici in riva al mare a Mahon. Eccovi, dunque, tutto ciò che Kanoa consiglia di non perdere durante la vostra vacanza, partendo, innanzitutto, dall’attrazione principale: le spiagge.

Cala en Turqueta

Cala d'en Turqueta

Cala en Turqueta è molto rinomata, con la vegetazione a ridosso del mare, quasi unica nel suo genere, e l’azzurro del mare che fa da contraltare con la sabbia fine della piccola spiaggia. È situata a circa un’ora di distanza dalla Capitale, e poco più di 15 minuti dalla Ciutadella, da cui partono numerosi autobus. Tenete presente che è piuttosto affollata, specialmente ad Agosto, e, pertanto, il consiglio è di arrivare di mattina presto. La spiaggia è raggiungibile con un percorso di circa 10 minuti a piedi da uno dei due parcheggi presenti in zona. La cala è ben nascosta dai pini

La spiaggia, come la maggioranza dell’isola, non è attrezzata, tuttavia, nella pineta c’e un piccolo snack-bar che offre la possibilità di usufruire dei servizi igienici. Noi consigliamo di prepararvi portandovi tutto il necessario, compresa acqua e soprattutto ombrellone: qui, infatti, l’ombra è davvero poca.

Cala Macarella e Macarelleta

Cala Macarella

Cala Macarella e Cala Macarelleta, sono due bellissime insenature note per loro acque blu turchese immerse in una pineta verdissima.

Cala Macarella, è la più grande delle due, circondata da scogliere piuttosto alte, con pinete ideali per ripararsi dal sole e dall’afa. Situata a Sud dell’isola, è caratterizzata da sabbia chiara acqua azzurra, con sfumature verdi e turchesi, davvero bella. È attrezzata con bar, docce e bagni. Bello anche il percorso a piedi tra i pini per raggiungerla da Cala Galdana

Cala Macarelleta è la piu piccola, ma ancor più bella della precedente. Non è semplicissimo raggiungerla, ma ne vale davvero la pena: da Cala Macarella si prende un sentiero a piedi, in salita da cui si scorge un panorama mozzafiato: una spiaggia piccola con sabbia bianchissima delimitata da rocce a picco, ed mare di un azzurro incredibile. Favolosa, assolutamente paradisiaca. Per entrambe vale il solito discorso: arrivate la mattina presto e tenete presente che ad Agosto sono super affollate!

Anche in questo caso se venite da Mahon dovrete fare un’ora di auto, mentre dalla Ciutadella solo un quarto d’ora.

Cala en Porter

cala en porter

Cala en Porter è una baia mozzafiato, circondata da alte scogliere con un mare azzurro ed una sabbia fine, e, soprattutto, ottimamente attrezzata; Kanoa consiglia fortemente questa spiaggia, ideale soprattutto nel caso in cui siate in vacanza con i bambini.

Si trova nei pressi di Cova d’en Xoroi, e dista solamente 15 minuti dalla capitale Mahon, raggiungibile anche in scooter.

Cala Pilar

Cala del Pilar

Cala Pilar è una spiaggia incontaminata di colore rosso, nella costa nord dell’isola; completamente differente rispetto alla grande maggioranza delle cale di Minorca, per raggiungerla è necessario camminare più di un’ora attraverso un sentiero poco confortevole: prima di inoltrarvi in questa faticosa camminata, è meglio assicurarsi che il mare sia in condizioni decenti, perché a volte il vento è talmente forte  da rendere impossibile fare il bagno. Cala Pilar è una riserva marina e ha un incredibile vita sottomarina, ideale per fare snorkeling.

Circa 40 km (meno di 50 minuti di auto) separano questa spiaggia pittoresca da Mahon.

Cala Pregonda

Cala Pregonda

Anche cala Pregonda si trova a Nord dell’isola. Costituita da rocce e sabbia rossa, è davvero particolare, molto raccomandata soprattutto dagli abitanti di Minorca. Il mare è spettacolare e la presenza delle rocce circostanti e dell’isolotto di fronte rendono questa cala apparentemente calma, beh protetta dai venti tipici dell’isola. Per raggiungerla, si accede attraverso un sentiero non molto scosceso, distante 30 minuti a piedi: armatevi di pazienza e, soprattutto, acqua, crema, cappellino e scarpe comode!

Cala Pregonda dista 50 minuti da Mahon e 30 minuti dalla Ciutadella.

Son Bou

Son Bou

Son Bou è la più grande spiaggia di Minorca: offre quasi due chilometri e mezzo di sabbia dorata in cui rilassarsi sdraiati al sole. Insieme a Cala Galdana, è la spiaggia più turistica di Minorca, dove potrete trovare tutti i servizi, un sacco di hotel, appartamenti e camping, proprio di fianco ad una bellissima e lunghissima spiaggia (la più lunga di Minorca).

Particolarmente raccomandata per i bambini che possono giocare in completa libertà; da Mahon, Son Bou dista appena 20 minuti di auto.

Playa De Cavalleria

playa de cavalleria

La playa de Cavalleria si trova nella zona nord di Minorca, lontana dalle zone turistiche dell’isola; lunga poco più di mezzo chilometro, è una delle spiagge di Minorca più belle, anche se molto affollata (specialmente ad Agosto!).

È una spiaggia vergine molto bella, facilmente accessibile e con un ampio parcheggio gratuito. Per raggiungerla, si deve andare a Es Mercadal, lungo la strada principale di Minorca, e prendere la strada per le spiagge; ottimamente segnalata, dista da Mahon circa 30 minuti.

In questa guida abbiamo cercato di elencare spiagge un po’ differenti per zona, caratteristiche e ricettività, adatta sia alle coppie che alle famiglie; un totale di sette spiagge, in modo da poterne visitare una al giorno durante una vacanza di una settimana. Tuttavia, se foste amanti della natura, trattandosi di un’isola abbastanza selvaggia, lungo la strada potreste trovare una insenatura che faccia al caso vostro e che possa essere lontana da occhi indiscreti!

Minorca oltre allo splendido mare, offre la possibilità di visitare delle stupende cittadine, tra cui Mahon, Ciutadella, Es Fornell, di cui è impossibile non concedersi almeno una passeggiata durante il proprio soggiorno

 Mahon

mahon

Maò o Mahon, è la capitale di Minorca; la leggenda sottiene che sia stata fondata dal generale cartaginese Magon, fratello di Annibale, da cui deriva anche il suo nome. Che sia vero o no, è certo che quello cartaginese fu solo uno dei popoli che conquistarono l’isola.

Con uno dei porti naturali più grandi al mondo, lungo 5km e largo 30km, e secondo solo a Pearl Harbor (Hawaii), il Capoluogo vanta diverse attrazioni raccolte soprattutto nel centro storico. Il porto è il centro animato della cittadina: d’estate, residenti e turisti passeggiano lungo la banchina tra negozietti caratteristici, ristoranti e bar; non perdete l’opportunità di assaggiare il tipico Gin Minorchino, più buono di quello inglese.

Se siete appassionati di arte, magari quando cala il sole, potreste recarvi nel centro storico ad ammirare e scoprire la Chiesa di Santa Maria, costruita nel XIII secolo e rimodellata nel XVIII secolo; all’esterno della chiesa, la più grande di tutta l’isola, c’è una piccola torre campanaria, e nel suo interno è possibile ammirare un grande organo del XIX secolo con un’eccezionale qualità del suono.

Kanoa raccomanda una visita alla chiesa di Carmen, situata nell’omonima piazza, di stile neoclassico costruita nel XVIII secolo e con un bel chiostro Barocco all’interno; da questa parte della città si arriva subito a Carrer Nou, una strada pedonale affollata di turisti all’assalto delle botteghe artigianali che vendono i prodotti locali, come formaggio, Gin, bigiotteria e scarpe.

Se poi la curiosità vi spinge a conoscere i posti frequentati dai Minorchini, dovrete spostarvi un po’ di più, nelle piazze Colón, Bastió, Sant Francesc, Reial, Miranda e Conquesta, attorniate da grandi palazzi signorili e borghesi.

Museo di Minorca

Se volete conoscere a fondo la storia di Minorca e la cultura del suo popolo, dovete andare alla chiesa di Sant Francesc, in Avenida Doctor Guardia, vecchio convento francescano che oggi ospita il Museo di Minorca.

I reperti sono distribuiti su tre piani, strutturati come un percorso nella storia dell’isola.

Al primo piano ci sono quattro sale: Cultura pretalayotica, Cultura talayotica fino alla conquista romana, epoca romana ed epoca bizantina.

Nel secondo piano ci sono 7 sale: storia del convento, epoca islamica, il XVIII secolo, i pittori e il porto di Maó, la cartografia che riguarda Minorca, Minorca nei secoli XIX e XX e la pittura del XX secolo.

Il piano terra è riservato alle esposizioni temporanee.

Info/Orari
Orari: Dal 1 aprile al 31 di ottobre, dal martedì al sabato, dalle 10 alle 14 e dalle 17 alle 20.30.

Domenica dalle 10 alle 14. Dal 1 novembre al 31 marzo, da martedì a domenica dalle 9.30 alle 14.

Chiuso lunedì e festivi.

Prezzi:

Costo del biglietto, intero: 2,40€ ridotto: 1,80€ (minimo 15 persone). Gratuito: per i maggiori di 65 anni e minori di 18

Ciutadella

ciutadella minorca

La Ciutadella si trova al lato opposto dell’isola, rispetto alla Capitale Mahon; potrebbe essere interessante durante la vostra vacanza passarci un pomeriggio in modo da ammirare i suoi monumenti e magari fermarvi a cena per vederla illuminata; sicuramente una giornata qui non potrà mancare durante la vostra vacanza…ne vale assolutamente la pena!

Per ammirare e apprezzare la bellezza della Ciutadella, portatevi in cima al Mirador, che si trova sopra la cittadina di Minorca: da qui, potrete ammirare dall’alto le influenze architettoniche Arabe e Medievali, con il porto ai piedi delle mura antiche; i maggiori monumenti si trovano al centro e sono raggiungibili a piedi.

Es Born, il luogo di passeggio più importante, si trova giusto al centro del quartiere storico e termina nell’omonima Piazza: qui, si svolgono tutte le feste e gli eventi sociali della città più importanti. La piazza è dominata da un obelisco che ricorda il periodo di attacchi dei tanti popoli che cercavano di entrare nella Ciutadella.

Questa è una parte dell’isola ricca di storia e lo si evince dai suoi splendidi palazzi, tra cui spicca il Palazzo Comunale, situato nella parte Araba della città; costruito nel XIX Secolo, poco distante, continuando a camminare, potrete ammirare uno dei più importanti palazzi di Minorca, Palace de Vivo’, con la sua facciata Neoclassica adornata con motivi Minorchini.

Da non perdere durante la vostra visita, i monumenti religiosi della Ciutadella, tra cui, il convento di Santa Clara e il Chiostro della chiesa del Soccorso, parte del vecchio Monastero Agostiniano.

Kanoa consiglia di visitare anche i cinque bastioni che un tempo serivivano per proteggere la Ciutadella, tra i quali spicca il Bastió de Sa Font, nel centro della città, sede del Museo Municipale.

In questo meraviglioso e ricco Centro Storico della Ciutadella da non perdere la Cattedrale. Costruita nel XIV secolo dal Re Alfonso III, la cattedrale è in stile gotico-catalano ed ha una navata con sei cappelle, tra cui spicca la bellissima Cappella delle Anime, del 1700.

Il vivacissimo porto della Ciutadella che nasce ai piedi delle antiche mura che un tempo circondavano la città, oggi  è pieno di ristoranti e bar aperti 24 ore al giorno; qui si può mangiare e bere di tutto, dalla famosa “caldereta de langosta” ai caffé spagnoli ad alto tasso alcolico. Questa zona è perfetta per trascorrere una serata all’insegna del divertimento!

Attraccati alla lunghissima banchina si alternano gli yacht costosissimi e le piccole llaüts, tipiche imbarcazioni locali simili ai nostri gozzi.

Kanoa consiglia 2 ristoranti:

Club Nautico, un luogo storico della Gastronomia marittima della Ciutadella.

Can Manolo, dove sono ovviamente protagonisti i migliori crostacei e pesci del litorale Minorchino.

Il porto della Ciutadella è un luogo perfetto per una cena gustosa; la gran parte dei ristoranti hanno delle stupende terrazze da cui vedere la banchina e il fiume di gente che passeggia a qualsiasi ora del giorno o della notte.

Es Fornells

es fornells

Fornells è un piccolo e tranquillo paesino di pescatori, dalle case basse e bianche, famoso per la caldereta de langosta (la zuppa di aragoste).

Molto pittoresco, questo paesino, riesce a trasmettere tranquillità, an he Durante il periodo di massing afflusso. La strada più importante è Calle Major, che attraversa tutto il centro storico costeggiando il mare; poco distante c’è la piazza della Iglesia, dove sorge la chiesa di San Antonio.

Il 16 Luglio a Es Fornell si fa festa celebrando la Vergine del Carmen protettrice dei pescatori; davvero molto caratteristico è vedere il corteo di barche che segue quella con l’immagine della Madonna.

Vale la pena fare una piccola escursione sul Monte Toro di Minorca per visitare il santuario (foto).

monastero monte toro

Il Monte Toro è la vetta più alta dell’isola, punto d’osservazione perfetto che grazie ai suoi 357 metri sovrasta tutta Minorca.

Il Monte Toro si trova al centro della strada tra Mahon e Ciutadella; sulla cima c’è un santuario risalente al XVII secolo, oggi abitato da una comunità francescana. Dopo aver goduto della visita al Monastero, scendendo ai piedi del Monte potrete visitare Es Mercadal, ovvero un piccolo e pittoresco paesino, famoso per i ristoranti in cui potrete gustare l’ottima cucina: tra piatti di terra e di mare, ce n’è per tutti i gusti.

Ricordiamo che Minorca è famosissima per la sua Biosfera, l’Unesco l’ha dichiarata Riserva Mondiale della Biosfera, e, per questo, sull’isola sorgono alcuni parchi naturali eccezionali.

Consigliam0, su tutti, il Parco naturale di s’Albufera des Grau, in cui è possible ammirare tante specie di piante ed alberi, isolotti e numerosi resti preistorici

Divertirsi a Minorca

Minorca offre divertimenti anche di sera per i giovani. I porti di Ciutadella e di Mahon sono le zone più indicate per trascorrere vivaci serate; negli ultimi anni sono diversi i bar che la sera si trasformano in un’atmosfera Lounge.

Qualora vogliate divertirvi di notte, la discoteca più bella e suggestiva dell’isola è la famosa Cova d’en Xoroi a Cala’n Porter, vicino Alaior.

Questa discoteca è la regina delle notti Minorchine; molto particolare il fatto di essere situata all’interno di una grotta naturale a picco sul mare che regala uno scenario molto suggestivo (foto sotto).

cova d'en xoroi

Questo locale è consigliato anche per un’aperitivo dopo le 19, per godere di un tramonto pazzesco. Kanoa consiglia di anticiparsi perché nei periodi di alta stagione potreste trovare tantissime persone all’ingresso.

Sito Ufficiale: www.covadenxoroi.com.

Minorca non è solo mare, ma cultura, cucina, divertimento, adatta per tutte le tipologie di turisti. A nostro avviso, l’ideale è trascorrere una settimana, in modo da cogliere tutte le sue meravigliose sfumature.

Buon Viaggio da Kanoa.it

[huge_it_portfolio id=”46″]

0
0
0

FOLLOW US

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

HOME PAGE  |  CHI SIAMO  |  CONTATTACI  |  COLLABORA CON KANOA

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari