it Italian

MAGICO NATALE

Speciale Natale 2017.Guida ed info pratiche sui mercatini di Natale: Budapest, Bruges, Londra, Norimberga, Vienna e tanti altri... Calendario, date, orari, cosa fare e vedere

it Italian

Barcellona non puoi non amarla. Bella, piacevole, divertente di giorno. Da sballo la sera, soprattutto per tre amici. Non fraintendete: anche per una coppia è davvero il massimo.

Per il terzo giorno di fila, non ho chiuso occhio, o quasi. Paco e Cleo, i miei amici, credo che abbiano fatto lo stesso. Ieri notte, poi…

Penelope, bella spagnola che abbiamo conosciuto qualche giorno fa (oppure è stato ieri??), ci ha invitato la scorsa sera a “tomar una copas”. Beh, altro che copas. Abbiamo iniziato a tracannare vino bianco a Barceloneta, davanti ad una schifosa paella, per poi ritrovarci al CDLC a ballare. Il Club, a detta di molti, è uno dei luoghi più esclusivi della movida catalana: sinceramente non l’ho trovato così eccezionale.

La spiaggia è diventata la nostra pista da (s)ballo: Paco ha rollato la canna con l’erba comprata da X (un nostro caro amico italiano, emigrato a Barcellona circa 4 anni fa: ha fatto grande fortuna coltivando piantine di marijuana in un terrazzo-giardino. Ha chiesto di mantenere l’anonimato), mentre io e Penelope ci abbiamo dato dentro col Licor 43. Dovete proprio provarlo: pur essendo un po’ dolciastro, ha un sapore caldo, forte, intenso. Paco, amante delle taglie forti, ha trovato ispirazione nella Giunonica (!!) Michelle, Franco-belga che condivide l’appartamento con Penelope…… [IL RACCONTO PROSEGUE POI IN ALTRA SEDE]……

Parc de Guinardo

Oggi abbiamo appuntamento con Penelope e le sue amiche; hanno detto che ci faranno da guida per la città, alla scoperta del posto “PIÙ BELLO DI TUTTA BARCELLONA E CHE SICURAMENTE NON AVRETE VISTO“.

Non credo. Ormai la conosciamo come le nostre tasche” le ho risposto.

Abbiamo preso la metropolitana, linea gialla, e siamo scesi alla fermata Guinardo, poi abbiamo proseguito su Carrer Telegraf e preso gli ascensori. Siamo così arrivati al Parc de Guinardó.

È un parco poco turistico. In pochi si avventurano qui, ma credo ne valga la pena” ci ha detto la nostra bella accompagnatrice. Certo, arrivare fino in cima (il cosiddetto Mirador) del Parc de Guinardo, per qualcuno potrebbe essere piuttosto faticoso: serve un po’ di spirito avventuriero, lasciarsi perdere nella verde vegetazione e continuare a salire fino al Belvedere, ma, come sottolineato da Penelope, ne vale veramente la pena. Da qui, la vista che si offre sulla Città è persino superiore a quella del Parc Güell. Il miglior panorama di tutta Barcellona: la Sagrada Familia, la Torre Agbar, i grattacieli della Villa Olimpica, il World Trade Center, il Montjuic, ed il mare. Questo, ed altro ancora, potrete vedere da qui. Certo, se dovessi darvi un consiglio, andateci prima che faccia buio e quando c’è poco vento. Lo trovate aperto tutta la giornata è l’ingresso è gratuito!!

PARC DE GUINARDO

di J.L.Defoe

FOLLOW US

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

HOME PAGE  |  CHI SIAMO  |  CONTATTACI  |  COLLABORA CON KANOA

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari

SEGUICI ATTRAVERSO I NOSTRI CANALI SOCIAL UFFICIALI

© 2015 J.L.Defoe. È vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti.
I nomi e i brand presenti nel sito appartengono ai rispettivi proprietari