EnglishItalian

ACCEDI | ISCRIVITI | SHOP

VACANZE FORMENTERA

Formentera è un luogo incredibile, che contrariamente da quanti possano pensare, ha tanto da offrire, oltre al mare…. potrete fare delle lunghe passeggiate tra sentieri e paesaggi mozzafiato; percorrere chilometri in bici guardando il mare; fare gite in barca, sport acquatici, oppure lasciarsi coccolare dal tipico clima mediterraneo. Fermatevi in spiaggia aspettando il sole tramontare, sorseggiando un buon bicchiere di vino.

Il centro di Es Pujols è il fulcro della movida, con tanti Bar Club in cui potrete ballare e conoscere tanta gente; oppure cenare in uno dei tanti e ottimi ristoranti che propongono le prelibatezze del posto.

A Formentera potete trascorrere una fantastica vacanza in completa simbiosi con la sua natura incontaminata!

LE SPIAGGE DA NON PERDERE

Prima di elencarvi le bellissime spiagge di Formentera, è importante fare una premessa: il nudismo è molto diffuso; pertanto, è molto probabile trovare persone in spiaggia prive di qualsiasi costume od indumento! Un altro aspetto da tener presente, sono i costi; in quasi tutte le spiagge, un semplice panino o una vaschetta di frutta può costare davvero tanto. Quindi, se voleste risparmiare, sarebbe opportuno acquistarle preventivamente da fuori. Le spiagge di Formentera sono ottimamente attrezzate. Anche in questo caso, i costi sono alquanto eccessivo per i soli lettini; l’alternativa è sdraiarsi sul proprio telo da mare, tanto…. la sabbia è soffice!

Calò d’es Mort

cala es mort formentera

Tra Platja des Migjorn e Es Ram si trova una sottile lingua di terra. È contornata da rocce di colore rosso, che danno vita ad una delle calette più apprezzate per le sue acque trasparenti; chiaramente, in alta stagione, potreste non trovare spazio date le dimensioni molto ridotte della spiaggia.

Trovarla lungo la strada non è semplice; dovrete prestare attenzione ad imboccare una stradina poco prima del centro urbano di Mary Land, a cui è molto vicina.

Una volta giunti, rimarrete a bocca aperta per il contesto in cui è immersa questa caletta: davvero spettacolare!

Cala de Migjorn

spiaggia Migjorn formentera

Cala Migjorn (spiaggia di mezzogiorno), con i suoi 6km, è la più grande di Formentera e, anche per questo, la più attrezzata e la più godibile.

Si estende lungo la costa a sud dell’isola, quella maggiormente selvaggia, tra i due estremi Cap de Barbaria e Far de la Mola; il litorale è molto variegato, tra sabbia bianchissima e insenature alternate a piccoli rilievi rocciosi.

Cala Migjorn è perfetta per sfuggire alla folla delle spiagge a nord; non mancano, oltretutto, ottimi ristoranti tipici, chiringuitos e servizi di vario genere.

Cala Saona

cala saona formentera

Questa Cala è una delle più apprezzate; è situata nella parte occidentale di Formentera, pochi chilometri a sud-ovest della capitale Sant Francesc Xavier. È sicuramente da annoverare fra le più belle e frequentate dell’isola.
Malgrado non sia lunghissima (ha un’estensione non superiore ai 200 mt di lunghezza e 140 di larghezza), si contraddistingue per la tranquillità e le suggestive bellezze naturali in cui è immersa.

La zona esterna è circondata da una incantevole zona boscosa; secondo noi è il luogo ideale per passeggiare e rilassarsi all’ombra dei pini. La baia, invece, si apre tra due gruppi di rosse scogliere su un magnifico golfo, le acque sono incantevoli e azzurissime.

Il panorama è straordinario e lascia intravedere le lussurreggianti colline di Ibiza e le coste delle isole di Es Vedra’ e di Es Vedranell.

Raggiungere Cala Saona è semplice, infatti dista 8km dal porto di La Savina. Dovrete imboccare la strada  PMV 820 passando per la località di San Francisco Javier; appena arrivati, troverete spazio per parcheggiare auto e moto.

Spiaggia de Ses Illetes

spiaggia de ses Illetes

Protetta da svariati isolotti, la spiaggia di Ses Illetes è molto frequentata e si trova sul versante più a nord, proprio di fronte Ibiza, a circa 4km dal porto di La Savina; caratterizzata da una sabbia finissima e bianca, questa lunghissima lingua di sabbia è spettacolare: la prateria di posidonia che si trova sotto la sua acqua è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, le acque brulicano di una ricca fauna marina.

Di dimensioni medio piccole, parte integrante del parco naturale delle Saline, e molto frequentata:p; ciò, la rende poco apprezzata da chi fosse alla ricerca di privacy, sebbene sia tra le migliori dell’isola.

Da questo lato dell’isola, il vento è abbastanza forte, tanto da essere uno dei luoghi preferiti dai surfisti. Oltre ad un grande parcheggio per auto, moto e bici, la spiaggia è attrezzata con bar e ristoranti.

Per raggiungere Ses Illetes, partendo da La Savina, si imbocca la strada PM 820/2 e dopo circa 10 minuti si giunge a destinazione; un servizio di Bus che parte dal porto ferma a circa 500 mt. dalla spiaggia.

Es Arenals

Questa è la spiaggia in assoluto più frequentata dell’isola, situata a sud di Formentera e famosa per la vicinanza al centro urbano di Mar y Land, che dispone di moderni e imponenti complessi alberghieri.

Dotata di una sabbia finissima bianca e mare cristallino, si trova a circa 15 minuti di distanza dal Faro (Far de la Mola) ad oriente dell’isola, che domina la scogliera offrendo un magnifico paesaggio, e di cui consigliamo assolutamente la visita.

Per raggiungere la spiaggia di Es Arenals bisogna prendere la strada PM820, percorrendo circa 13km in direzione sud, passando per Es Calò; ci sono diversi parcheggi in prossimità della spiaggia e tantissimi punti di ristoro, essendo una zona particolarmente frequentata.

Espalmador

espalmador formentera

Continuando a procedere a nord di Platja de ses Illetes, si giunge ben presto alla punta della penisola del Trucador, che coincide con l’estremità settentrionale di Formentera.

Per raggiungere Espalmador, dal punto chiamato Es Pas o anche the crossing (attraversamento), dovrete percorrere 200 metri sull’acqua. Potete utilizzare dUE alternative: prendere un’imbarcazione dal porto di Cala Savina o da des illetes, oppure per chi fosse allenato anche a nuoto; nel caso di alcuni giorni in cui il tempo è particolarmente favorevole, la bassa mare consente di percorrere questo tratto anche a piedi su una lingua di sabbia!

S’Espalmador è un isolotto di 3km; data l’abbondanza di specie di animali, è considerato parco naturale protetto e per questo non vi è alcuna costruzione.

A pochi minuti di distanza, al centro dell’isolotto, nei pressi della Platja de s’Alga, è presente una piccola laguna solforosa. Qui, è possibile fare dei salutari bagni di argilla calda, che pare faccia molto bene alla pelle; non perdete quest’occasione davvero unica!

Come, da non perdere, è soprattutto Torre di Sa Guardiola, ovvero una torre che offre un panorama incredibile di Formentera.

Teniamo a precisare che Formentera ha tantissime spiagge. Molte, sono nascoste, quindi il nostro consiglio è sempre quello di girare in bici o in moto per scovare quella giusta per voi!

Tra le tante cose da fare, segnaliamo la visita delle Saline (foto in basso) di Formentera.

le saline di formentera

Una delle meraviglie naturali di Formentera è la Riserva di Ses Salines, nella parte nord dell’isola. Le saline, un tempo, erano la prima risorsa economica dell’isola, che viveva dell’estrazione e della conservazione del sale del mare.

Oggi sono in abbandono e hanno un valore puramente turistico. Se doveste visitarle nel periodo giusto dell’anno (fine estate), regalano alla vista uno strano colore rosa, come nella foto in alto; è grazie al processo di cristallizzazione del sale.

Le saline sono state dichiarate Riserva Naturale nel 1995; comprendono una parte di territorio in cui rientrano anche le saline di Ibiza e gli isolotti che dividono le due isole.

Appartengono alle Saline anche alcune delle zone più belle di Formentera, come quelle di s’Estany d’es Peix, Estany Pudent e la Bassa de s’Espalmador.

La riserva delle saline di Formentera hanno un punto informazioni sull’isola in cui potrete rivolgervi per gli orari di visita e qualsiasi info; è attivo dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Qualora vogliate toccare il sole con un dito…con il mare ai vostri piedi, andate a Es Cap de Barbaria

es cap de barbaria

La zona all’estremo sud-ovest di Formentera viene chiamata Cap de Barbaria. Il motivo è dovuto all’antica presenza di imbarcazioni pirata che usavano avvicinarsi all’isola sfruttando questo promontorio isolato e selvaggio.

Un promontorio incredibile, in cui potrete ammirare lo spettacolo della natura incontaminata di Formentera; l’ideale sarebbe arrivarci al tramonto. Potete salire sul faro de Cap de Barbaria (18 mt.); oppure, sedervi sui muretti a strapiombo sul mare, e rilassarvi guardando l’infinito del mare… siamo sicuri sarà una delle attività da fare a Formentera che non dimenticherete mai più.

Raggiungere il Faro di Cap de Barbaria è semplicissimo; da Es Pujols, percorrete la strada PMV-820-1 per 12 km e dopo 20 minuti sarete giunti a destinazione.

Cap de Barbaria è il terzo faro dell’isola; secondo noi, è assolutamente da visitare per l’unicità del tramonto e dei colori che regala.

A poca distanza dal faro sorge anche una vecchia torre di vigilanza, la Torre Des Garroveret, alta circa 10 metri e risalente alla metà del 1700. In origine, la torre aveva funzioni difensive ed era armata di un cannone; poi, venne in seguito utilizzata semplicemente come punto di osservazione.

Oltre che andare in spiaggia e rilassarsi a mare, potreste avere voglia di visitare i villaggi di Formentera; alcuni sono molto pittoreschi e piccoli.

Il principale centro urbano di Formentera è rappresentato da San Francesc Xavier de Formentera. La vita cittadina, qui, si svolge tutta intorno alla piazzetta, dominata dalla Chiesa del XVIII secolo (foto in basso)

Sant Francesc Formentera

La Chiesa è stata la prima di tutta l’isola ed in passato ha svolto la funzione di fortezza per difendersi dagli attacchi dei pirati.

La zona di Es Pujols si trova nella parte nord di Formentera, estendendosi tra il lago Estany Pudent e la scogliera di Punta Prima.

Es Pujols, è il vero e proprio centro turistico, cuore pulsante dell’isola. Di giorno, c’è un viavai di gente che affolla negozi e mercatini per lo shopping; di notte, i giovanissimi si riversano nei localini lungo la strada principale della cittadina. Proprio qui sorge uno dei locali disco club più rinomati, il Bananas; è il punto di riferimento per tutti coloro che vogliono una serata incredibile a Formentera. È aperto nel 1996 da un gruppo di giovani Italiani, al Bananas si esibiscono noti Dj provenienti da tutta l’Europa; si presenta come un Lounge Bar molto moderno. Il locale è aperto fino alle 4 del mattino.

Ad Es Pujols è concentrata una gran quantità di strutture (hotel, appartamenti ecc.) e di servizi per il turismo, tra cui negozi, bar, chiringuitos, ristoranti e locali di ogni tipo. Platja de Llevant, Platja de Sa Roqueta, Platja Ses Canyes e l’omonima spiaggia di Es Pujols sono tra le spiagge più apprezzate dai milioni di turisti che visitano Formentera ogni anno.

Kanoa raccomanda di soggiornare nel centro di Es Pujols, magari non troppo vicino ai disco bar; avrete tutto a portata di mano e un ottimo punto di partenza per visitare tutti i luoghi d’interesse dell’isola.

Durante la vostra vacanza, non perdete l’occasione di fare ottimi affari al mercatino Hippie anni 70. È allestito ogni mercoledì e domenica nel pittoresco villaggio di La Mola.

Dal mese di giugno ad ottobre, a partire dalle ore 16, viene allestito un mercato suggestivo che richiama lo stile hippie. Sono tante le bancarelle presenti, dove si può trovare un po’ di tutto; dai gioielli fatti a mano con prodotti pregiati e naturali dagli artisti del posto, agli articoli di bigiotteria; dai maglioni di lana lavorati a mano a tanti altri caratteristici oggetti artigianali. A nostro avviso, è un appuntamento da non perdere, sopratutto per dedicare ad una visita al caratteristico villaggio de la Mola.

Per raggiungere la Mola dovete imboccare la strada PM820 in direzione sud; da Es Pujols ci vogliono 25 minuti.

Un altro villaggio da vedere è quello di San Ferrant, situato al centro dell’isola. Molto vicino ad Es Pujols, fu punto di riferimento del movimento hippy che si insediò a partire dagli anni 60; oggi ha conservato quello spirito e durante la stagione turistica, si continua a bere, suonare e chiacchierare fino a notte fonda. Emblema di questo spirito e autentico ritrovo è il Fonda Pepe.

Si tratta di un’istituzione a Formentera, a metà tra un bar e un ristorante, ed il cui piatto principale è senza dubbio la paella, servita in numerose varianti. Prima di entrare nella sala ristorante, affollatissima di turisti nel periodo estivo, c’è il bar dove poter iniziare la serata con i classici chupitos.

Kanoa ricorda che il Fonda Pepe non accetta prenotazioni; è quindi, probabile, dover sostare un pochino al bancone del bar prima di potersi accomodare nella sala ristorante.

[huge_it_portfolio id=”31″]